Tiemoué Bakayoko, nato a Parigi ma di origini ivoriane, è un prodotto del vivaio del Rennes, nel cui settore giovanile muove i primi passi dal 2008. Cinque anni dopo viene promosso in prima squadra ed alla sua prima annata in Ligue 1 totalizza 1 gol in 24 presenze. Il 28/7/2014 viene acquistato per 8 milioni di euro dal Monaco, con cui firma un contratto quinquennale. Nella prima stagione con la nuova maglia non viene molto impiegato, infatti colleziona 12 partite in campionato più 3 in Champions League. Nella seconda segna 1 rete in 19 gare, cui aggiunge un’apparizione in Europa League. Nella terza è tra i grandi protagonisti della conquista dello scudetto, mettendo a referto 2 gol ed 1 assist in 32 presenze più 1 marcatura in 10 sfide di Champions League. Il 15/7/2017 si trasferisce per 40 milioni di euro al Chelsea, con cui firma un contratto quinquennale. Con la Francia, dopo aver svolto l’intera trafila delle varie selezioni giovanili dall’Under 16 fino all’Under 21, il 28/3/2017 debutta in Nazionale maggiore nell’amichevole persa per 0-2 contro la Spagna.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 13/10/2016

Marino Francesco commentiMediano fortissimo fisicamente a livello di statura e di struttura; giocatore perfetto per fare da frangiflutti nel 4-2-3-1; nell’interdizione è pressoché insuperabile, perché con le sue leve lunghe riesce sempre a contrastare ed a recuperare palla; sotto l’aspetto dell’impostazione è un giocatore essenziale ed estremamente lineare, dato che tende sempre a giocare corto e semplice; abilissimo nel gioco aereo grazie alla sua statura imponente che sfrutta in modo proficuo sia sui rilanci che nelle aree di rigore nella fase difensiva ma anche in quella offensiva, quando sale a saltare sui corner e punizioni laterali; se dovessi accostarlo a qualche giocatore francese del passato che ha ricoperto il suo ruolo direi senza dubbio che è un mix tra Desailly e Vieira con una maggiore somiglianza al primo per la sua abilità innata nello sradicare palloni dai piedi degli avversari; tatticamente è un mediano poiché non ha grande attitudine negli inserimenti offensivi e non credo nemmeno possa essere impiegato da centrocampista centrale, dato che manca di senso geometrico e visione di gioco propria di un vero play/maker; nel suo ruolo e per le sue caratteristiche è un giocatore di assoluto livello magari adattissimo alla Premier League, torneo nel quale la fisicità, l’intensità e la frequenza delle formazioni inglesi nell’utilizzo del doppio mediano, possono favorire una sua completa esplosione e maturazione ulteriore.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close