Theo Hernandez, fratello minore di Lucas Hernandez, nasce a Marsiglia ma cresce in Spagna nel settore giovanile dell’Atletico Madrid dall’età di 10 anni. Dopo aver totalizzato tra seconda e terza edizione della “UEFA Youth League” 2 marcature ed 1 assist in 11 sfide, il 4/8/2016 passa in prestito all’Alaves neopromosso nella Liga. Alla prima stagione da professionista conquista subito il posto da titolare, collezionando 1 gol e 4 assist in 32 presenze. Il 5/7/2017 viene acquistato per 30 milioni di euro dai “cugini” del Real Madrid, con cui firma un contratto di 6 anni. Con la Francia ha fatto parte dell’Under 18, 19 e 20.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di DANIELE PLACIDO del 22/12/2016

DANIELE PLACIDONormolineo, compatto e già di discreta struttura muscolare. Sufficentemente flessibile, coordinato, possiede gambe forti ed esplosive che gli donano una buona accelerazione ed un’ottima elevazione. Grande falcata e progressione notevole. L’ottima resistenza completa un quadro atleticamente esaltante. Piede sinistro, buona gestione della palla: discreta capacità di ricevere e trasmettere, bravo nel condurre in velocità quando dispone di ampi spazi, situazione in cui riesce anche a dribblare efficacemente. Meno a suo agio in spazi stretti.  Possiede un buon calcio: forte, secco e sufficentemente preciso. Buon crossatore: sa imprimere forza e rotazione. Ottima capacità di contrasto, deve migliorare nell’uso del piede debole. Laterale sinistro basso, viene impiegato anche come quinto di sinistra (tutta fascia) ed all’occorrenza esterno alto (ruolo che secondo me gli è poco congeniale). Agonisticamente esuberante, deve imparare a gestire l’aggressività e l’impulsività. Poco razionale anche se potenzialmente devastante quando parte in progressione palla al piede, azione che predilige. Non ha gran visione di gioco, può migliorare ancora nelle scelte di giocata e nei tempi di salita, considerate le molteplici sovrapposizioni che può spendere durante una gara, perfezionando questi aspetti può diventare un fattore costante in fase offensiva. Fisicamente e mentalmente predisposto a determinare molto in transizione, sia positiva che negativa. In fase difensiva è applicato e solido, non sempre è perfettamente posizionato ed in postura corretta, probabilmente perchè si fida molto delle sue capacità di recupero. In definitiva si tratta di un profilo molto importante, di alto livello già nell’immediato. Classe 1997 in costante crescita, è facile prevedere per lui un futuro da titolare in un top club, presumibilmente nell’Atletico Madrid che ne detiene attualmente il cartellino.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close