schedamavididiStephy Alvaro Mavididi è nato a Derby, in Inghilterra, il 31 maggio 1998. E’ uno dei prodotti più interessanti dell’Academy dell’Arsenal. Due anni e mezzo fa, non ancora diciassettenne, il suo talento è salito alla ribalta dei grandi club europei nel prestigioso torneo Al Kass International Cup, riservato agli Allievi, dove l’anno prima era letteralmente esploso il talentino francese Augustin del PSG. In tre stagioni nella Premier League 2, dal 2014-2015 a oggi, si è costruito un bilancio di tutto rispetto con 38 gare giocate, 18 reti e 4 assist: a questi numeri vanno aggiunti altri due match dei play off con altrettante reti. La prima presenza è datata 22 settembre 2014 nella sconfitta per 2-1 con il Newcastle, il primo gol il 7 aprile 2015 nel 4-1 allo Stoke.

Stephy Mavididi, si allena con Wenger: lo ha portato in EFL Cup

Wenger lo ha gà notato e lo fa allenare spesso con la prima squadra: questo ha contribuito ovviamente ad accelerare la crescita del ragazzo. Lo ha portato in panchina due volte in EFL Cup, al terzo turno con il Nottingham Forrest (vittoria per 4-0), il 20 settembre 2016, e nei quarti con il Southampton il 30 novembre 2016 (sconfitta per 2-0). A gennaio il passaggio al Charlton, League One, quindi terza serie inglese: 5 presenze con l’esordio l’11 febbraio 2017 nell’1-1 contro il Wimbledon. In nazionale Mavididi ha vestito le maglie delle Under 17, 18 e 19: con quest’ultima esordio con gol il 10 luglio 2016 nel 3- alla Croazia in amichevole. Durante la prima fase dell’Europeo di categoria, a novembre 2016, ha giocato contro Lussemburgo, Galles e Grecia e poi si è dovuto fermare per un problema muscolare.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 07/06/2017

Marino Francesco commentiAttaccante di colore di prospettiva molto buona. Giocatore molto ben dotato fisicamente con anche una tecnica ed una capacità realizzativa importanti; se dovessi paragonarlo ad un giocatore del campionato italiano direi che lui assomiglia decisamente per caratteristiche a Keita Balde della Lazio poiché come anche il giocatore spagnolo lui tende molto a svariare su tutto il fronte offensivo divenendo davvero difficile da contenere allorquando ha tanti spazi da sfruttare in ripartenza. Nonostante la struttura fisica assai possente riesce ad essere sufficientemente tecnico in spazi stretti e molto veloce in progressione. A mio avviso deve migliorare abbastanza nel gioco aereo mentre ha una dote naturale importante che è quella di saper aggredire ottimamente la profondità con movimenti sempre azzeccati a livello di tempi di inserimento e di attacco dello spazio. E’ un destro naturale che calcia molto bene col piede forte e che vede molto spesso la porta da qualsiasi posizione in area. Credo sia un attaccante moderno col quale poter interpretare soprattutto un calcio fatto di ripartenza; giocatore con molti margini di miglioramento che potrà ritagliarsi un ruolo importante nel futuro a livello europeo.
A mio avviso deve maturare molto sotto l’aspetto della personalità aspetto questo che gli consentirà di migliorare in tutti gli aspetti nei quali ora è carente o nei quali ha ancora importanti margini di miglioramento

FISICITA’ voto 4
TECNICA voto 3/4
ATTITUDINI TATTICHE voto 3
PERSONALITA’ voto 2/3
VALUTAZIONE SCOUT voto 3





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close