Lee Seung-Woo è cresciuto nell’Incheon United, dove a 12 anni si distingue come migliore marcatore della Danone Cup del 2010: è lì che lo nota il Barcellona, che lo prende. Negli anni Lee vince il premio di miglior giocatore ad una serie di tornei spagnoli e internazionali che lo rendono uno tra i talenti più interessanti della Masia. Nel 2013 fa il debutto nella Nazionale Under 16 per le qualificazioni ai campionati asiatici di categoria e il 29 settembre a Vientiane, nel Laos, piega gli avversari in casa loro con un 4-1 e un poker di gol, 3 nei primi 34′. Ai campionati sarà poi grande protagonista con 4 assist e 5 gol, uno segnato il 14 settembre 2014 con una scorribanda da porta a porta al Giappone. Nel 2017 disputa con l’Under 20 in casa i Mondiali di categoria.

Seung-Woo Lee, dalla squalifica all’arrivo al Verona

Per quel che riguarda la strada nel Barcellona, il giocatore (e altri 8 giovanissimi) è stato sospeso dalla Fifa per quel prematuro passaggio al club catalano e per aver infranto le regole internazionali dei trasferimenti sui giovani: fino al 6 gennaio 2016 non ha potuto essere impiegato in gare ufficiali. Il 23 febbraio 2016 ha esordito con un gol contro il Midtjylland agli ottavi di “UEFA Youth League”. Sette partite, un gol e due assist invece nella quarta edizione della Youth League. Il 31/8/2017 viene acquistato per 1.5 milioni di euro dal Verona, neopromosso in serie A, con cui firma un contratto quadriennale.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 08/03/2017

Alto 173 centimetri, baricentro basso, destro naturale, ancora esile muscolarmente. Dispone di una tecnica individuale sopraffina, sia da fermo che in corsa, e dimostra di avere una frequenza di passo molto alta. Gioca spesso come ala sinistra, a piede invertito, di modo da sfruttare tutte le sue potenzialità nel dribbling e nel tiro in porta. Somiglia molto a Neymar come stile di gioco, riesce con le sue giocate ad infiammare il pubblico. Inoltre il calciatore ha ampi margini di miglioramento. In questo momento tende a tenere troppo la palla e giocare poco per la squadra; quando riuscirà ad anticipare la giocata e vedere con più continuità la porta sarà per anni ed anni un titolare nei top club europei.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close