Sam Lammers è nato a Tilburg, anzi esattamente a Goirle, il 30 aprile 1997, ha iniziato a giocare nel locale VOAB, piccolo club dilettantistico, e nel 2005, a 8 anni, lo vede e lo preleva la squadra di Tilburg, il Willem II. Dal 2010 il Psv lo inserisce all’interno del proprio vivaio. Il suo percorso a Eindhoven comincia dalla Under 19 Eredivisie dove fa l’esordio il 17 gennaio 2015  nella sconfitta per 4-1 con l’AZ Alkmaar: segna 5 gol in 13 gare, il primo proprio all’Az Alkmaar nel ritorno che coincide sempre con una sconfitta (per 3-2). Nella stagione successiva arriva anche il battesimo in Youth League, il 15 settembre 2015, nella sconfitta per 3-0 con il Manchester United: e poi 16 presenze e 2 gol in Jupiler League.

Sam Lammers, segna a valanga: è la risposta a Dolberg

Il 2016/17 è la stagione della ribalta. Oltre ai 17 gol e 4 assist in 31 gare di Jupiler League (seconda divisione), c’è anche l’esordio in Eredivisie, il 15 ottobre 2016 nell’1-1 con l’Heracles Almelo. Sono in tutto 5 le presenze nel massimo campionato olandese con 2 reti messe a bersaglio contro Groningen e Zwolle, entrambe nel maggio 2017. In nazionale, dopo aver fatto parte dell’Under 19 e 20, si appresta ad entrare nell’Under 21. Lammers in Olanda è considerato la risposta all’Ajax per Dolberg.

 

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 11/05/2017

Marino Francesco commentiCentravanti olandese abbastanza interessante: giocatore che decisamente mi incuriosisce poiché potenzialmente ha doti davvero interessanti: infatti abbina ad una buonissima fisicità, mobilità, discreta potenza, buona agilità anche una apprezzabilissima qualità tecnica con entrambi i piedi: infatti lui calcia, dribbla, smista il pallone sia col sinistro che col destro; è un giocatore generoso che gioca molto per la squadra, che tiene palla, prende punizioni, fa la sponda e che svaria su tutto il fronte offensivo. Bravo nel gioco aereo, non ha assolutamente paura di prendere calci e/o di fare contrasti; deve crescere molto a livello fisico inteso come capacità ed esplosività muscolare e soprattutto deve migliorare molto sotto l’aspetto realizzativo e della concretezza in fase offensiva: infatti spesso il fatto di doversi sacrificare per la squadra gli preclude inevitabilmente la possibilità di essere incisivo e concreto sotto porta. Vista la particolarità di caratteristiche non riesco a trovare un suo omologo…se proprio dovessi sbilanciarmi in un paragone direi un Fernando Llorente, molto meno forte fisicamente ma probabilmente un po’ più mobile e forse più tecnico giocando come detto con entrambi i piedi; nel complesso però credo che sia un giocatore da seguire per verificare se riuscirà a migliorare in tutti quegli aspetti di cui abbiamo parlato.

FISICITA’ voto 3
TECNICA voto 3
ATTITUDINI TATTICHE voto 3
PERSONALITA’ voto 2
VALUTAZIONE SCOUT voto 3





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close