Ravanelli Ferreira dos Santos è nato il 29 agosto 1997 a Campinas, nel cuore dello stato di San Paolo. E’ conosciuto da tutti come Ravanelli e soprannominato Rava. Ha cominciato nel Palmeirinha di Porto Ferreira fino a che non gli è capitata l’occasione di provare con il Ponte Petra ed è stato preso. Ha fatto l’esordio nel campionato Paulista il 23 marzo 2016 contro il Mogi Mirim nella sconfitta per 1-0 e nella successiva partita il 27 marzo con la Red Bull ha segnato su punizione al 90′ fissando il risultato sul 3-0. Nel 2016 Ravanelli ha giocato 14 partite del Brasileirao segnando un gol l’11 dicembre al Coritiba. Nel 2017 ha giocato 11 gare del campionato Paulista.

Ravanelli, in quel nome scelto dal papà l’omaggio a Penna Bianca

E’ stato il papà Genival dos Santos a scegliere quel nome, Ravanelli, in omaggio all’attaccante della Juventus Fabrizio Ravanelli, passato alla storia come Penna Bianca, che il 22 maggio 1996 segnò sotto i suoi occhi allo stadio Olimpico di Roma il gol che sbloccò la finale di Champions League con l’Ajax poi finita 1-1 e 4-2 per i bianconeri ai calci di rigore. «Da quel giorno mi sono ripromesso che quando avessi mai avuto un figlio lo avrei chiamato Ravanelli. E la fortuna è stata che con mia moglie avessi fatto il patto: se fosse stata una bambina avrebbe scelto lei, se no io».

Il papà è stato importante nella carriera di Ravanelli, lo ha sempre seguito favorendo la sua attitudine. Il 14 ottobre 2016 è arrivato l’esordio nella Under 20 brasiliana ed ha coinciso con la vittoria per 2-1 in casa dell’Uruguay. Tre giorni dopo ha giocato uno scampolo di gara con il Cile (1-1 il finale). Ma non è stato convocato per il Sub 20 2017.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di GIROLAMO D’ALESSANDRO del 09/05/2017

girolamo-d-alessandroUn profilo che mi ricorda molto Wesley Sneijder specie quando veniva utilizzato più da regista offensivo che da trequartista puro. Tecnica e visione di gioco le principali caratteristiche per questo centrocampista offensivo non prestante fisicamente ma comunque efficacemente dinamico. Ma vediamo più da vicino altre componenti certamente rilevanti in questo profilo: facilità di calcio sia in movimento che su palla inattiva, capacità di comprendere tempo e spazio nello smarcamento e nella giocata ,poca propensione al duello individuale sia in fase offensiva che in fase di interdizione ma tremendamente efficace nella scelta anzitempo del passaggio verso un compagno. Pertanto a mio avviso voto 5 per senso tattico ,voto 5 per tecnica ,voto 4 per personalità , voto 3 per fisicità. Nel complesso voto 4, potremmo sentir parlare di lui anche in Europa





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close