Di Campli: “Coulibaly diventerà più forte di Pogba. Verratti? Ecco quando l’ho scoperto”

Di Campli: “Coulibaly diventerà più forte di Pogba. Verratti? Ecco quando l’ho scoperto”

Di CampliMamadou Coulibaly è il personaggio del momento. Classe ’99, centrocampista del Pescara dal passato complicato: l’arrivo in Europa col barcone, le difficoltà e l’affidamento a una casa famiglia (QUI la sua storia). Si ma: “Ormai la sua storia la sanno tutti – racconta il suo agente Donato Di Campli in esclusiva ai microfoni di World Soccer Scouting – ora non mi piace parlare del suo passato, adesso è un giocatore di Serie A come tutti”. Coulibaly ma non solo, perché Di Campli ci svela anche segreti e aneddoti su altri due sui assistiti: Favilli e Verratti.

La prima volta che l’ha visto?
“Ero con i miei collaboratori e mi ha subito impressionato per la sua bellezza in campo: tutti i movimenti erano giusti, calciava la palla come in pochi sanno fare. Penso sia proprio un predestinato…”.

E’ vero che vale tre volte Pogba?
“Sì, l’ho detto e lo ribadisco. Non sono molto simili come giocatori, ma come valore Mamadou può superare il centrocampista del Manchester United”.

Ci sono già squadre interessate al giocatore?
“E’ seguito dai migliori club europei. Qualche chiamata è già arrivata, ma stiamo valutando di rimanere ancora a Pescara in modo che il ragazzo possa crescere ancora”.

Quant’è importante la presenza di un allenatore come Zeman che punta molto sui giovani?
“Fondamentale, è la fortuna di Mamdou. Ancora dobbiamo fare tanto, ma il debutto in Serie A è il risultato di tanti sacrifici. L’ho sentito subito dopo l’esordio: era molto contento e sorpreso dai tanti messaggi che gli sono arrivati”.

Che effetto le ha fatto la chiamata di Favilli per lo stage in Nazionale?
“Dall’esordio di Coulibaly alla chiamata di Favilli, questi ragazzi mi regalano un’emozione dietro l’altra… Se lo merita, è il risultato dell’ottimo lavoro che sta facendo. Noi abbiamo un target ben preciso, non ci piace andare su giocatori affermatissimi. Gli ho detto io della convocazione di Ventura, lui non se l’aspettava: sperava di rientrare nel primo stage, ma non era stato chiamato e ormai non ci pensava più. Questa convocazione è stata una sorpresa”.

Quale sarà il suo futuro?
“Il cartellino del giocatore è di proprietà del Livorno, ma l’Ascoli ha il diritto di riscatto fissato a 3 milioni che probabilmente eserciterà. Anche se in realtà le comproprietà non esistono più, la Juventus ha ancora il 50% del suo cartellino”.

E’ pronto per un club di Serie A?
“E’ ancora presto per deciderlo, valuteremo con calma il futuro. Intanto pensiamo a concludere questa stagione nel migliore dei modi, poi vedremo. E’ un giocatore nel quale ho sempre creduto: l’ho sostenuto nei momenti difficili, quando non andava bene eravamo in pochi a stargli vicino”.

“Dietro Favilli c’è ancora la Juventus”

Orsolini-Juventus che trattativa è stata?
“Lunghissima, ma ho sempre creduto che si sarebbe conclusa in modo positivo. Quest’estate andrà in ritiro con la Juventus, poi vedremo se rimarrà o verrà girato a qualche squadra. L’ho scoperto nella Primavera dell’Ascoli, sono sicuro che diventerà un giocatore assoluto”.

Qual è stata la trattativa che ha rimpianto di più?
“Non è stata una trattativa, ma tutti i ragazzi che mi hanno lasciato. Soprattutto un giocatore che ho portato dall’Eccellenza alla Serie A. Ora è in B, ma non mi va di fare il nome”.

Il giocatore al quale è più legato?
“Resterò sempre legato a Francesco Di Gennaro, è stato il mio primo giocatore. Ora sta per smettere e penso che lavorerà insieme a me”.

La trattativa che l’ha soddisfatta di più?
“Facile pensare a Verratti al Psg, ma dico che sarà quella che verrà”.

La prima volta che ha visto Verratti cos’ha pensato?
“Era giovanissimo, io ai tempi ero l’avvocato del Pescara e quel ragazzino mi ha impressionato fin da subito. Ma anche fuori dal campo è sempre stato un ragazzo straordinario. Basta vedere quanto vale per capire quello che hanno perso i club italiani”.

Competenze

, , ,

Postato il

13 aprile 2017





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close