Presnel Kimpembe, nato in Francia da padre congolese e madre haitiana, muove i suoi primi passi nel settore giovanile dell’Eragny, per poi approdare nel 2005 in quello del Paris Saint-Germain. Nel 2013/14 gioca 7 sfide nella prima edizione della “UEFA Youth League”. Il 17/10/2014 esordisce in Ligue 1, entrando al 76’ al posto di Thiago Motta nella vittoria per 1-3 contro il Lens, sua unica apparizione di quell’annata. Nel 2015/16 arriva a quota 6 presenze in campionato. Dopo aver rappresentato sia la Repubblica Democratica del Congo che la Francia a livello di Under 20, ha proseguito con l’Under 21 transalpina. Nell’ottobre 2016 viene convocato dalla Nazionale maggiore francese al posto dell’infortunato Eliaquim Mangala per le sfide contro Bulgaria ed Olanda, valide per le qualificazioni ai Mondiali 2018, senza scendere in campo.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 20/10/2016

Marino Francesco commentiDifensore molto promettente; può giocare sia centrale che esterno sinistro in una linea a quattro, ma potrebbe essere perfetto da centrale sinistro a tre, poiché non ha ancora la solidità e la fisicità per giocare ad altissimi livelli a quattro e non possiede la gamba e soprattutto l’attitudine a coprire tutta la fascia in fase offensiva; ha un fisico possente ma anche elastico ed esplosivo, ha capacità di recupero, sa giocare uno contro uno, è sufficientemente veloce sui trenta/quaranta metri, è scaltro quando deve prendere posizione ed usare il corpo nei contrasti; salta bene di testa e sa anche anticipare bene quando ne ha la possibilità; discreto tecnicamente anche se non si avventura più di tanto in disimpegni rischiosi, può avere una bella carriera davanti; molto simile per caratteristiche fisiche e movenze all’ex Lione Umtiti: rispetto a lui ha meno capacità tecniche ma maggiori attitudini difensive; sembra un elemento di buonissima prospettiva con anche un’importante versatilità tattica che gli consente di essere impiegato in vari ruoli ed in vari sistemi di gioco; ha tanti margini di crescita sotto tanti aspetti, anche se ritengo che debba curare molto quello dell’irruenza perché spesso esagera in interventi e tackles; da migliorare anche l’attitudine a restare concentrato per tutto il corso della gara, aspetto questo tipico di tutti i difensori di colore; avendo come compagno di reparto un difensore di qualità mondiale come Thiago Silva, credo che possa migliorare velocemente e ritagliarsi fin da subito tra PSG e poi in Nazionale un ruolo di prim’ordine.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close