Pierluigi Gollini entra nel vivaio della Spal all’età di 14 anni, disputando con il club ferrarese il campionato Giovanissimi Nazionali. Notato dalla Fiorentina, i viola pagano ben 300.000 euro per aggiudicarselo, vista anche la concorrenza di Milan, Inter e Juventus. Con la compagine toscana viene subito promosso titolare negli Allievi Nazionali, ma dopo una sola stagione viene acquistato dal Manchester United, dove inizia la trafila dalla compagine Under 18. Dopo aver collezionato 2 apparizioni con l’Under 21 nel campionato di categoria, più 3 presenze (con 6 gol incassati) nella “UEFA Youth League”, il 2/7/2014 viene annunciato il suo acquisto a parametro zero dal Verona, con cui firma un contratto quinquennale. Il 24 settembre seguente esordisce in serie A da titolare nel pareggio per 2-2 contro il Genoa. Tre giorni dopo viene confermato dal primo minuto allo stadio Olimpico nella sconfitta per 2-0 contro la Roma. Convocato dalla Primavera per il Torneo di Viareggio 2015, è grande protagonista sia negli ottavi di finale contro il Genoa che nei quarti di finale contro il Napoli: infatti entrambe le sfide terminano ai rigori e lui riesce a pararne ben 5 su 10. In prima squadra rivede il campo il 29 aprile seguente alla 33ma giornata, nel pareggio esterno per 1-1 contro la Sampdoria. Nel 2015/16, nonostante la retrocessione in B, è spesso tra i migliori in campo e totalizza 26 partite. L’8/7/2016 viene acquistato per 5 milioni di euro dall’Aston Villa appena retrocesso nella “Champonship” (seconda divisione inglese), con cui firma un contratto quadriennale. E’ titolare con 20 gare al suo attivo (17 reti subite e 6 volte porta inviolata), ma il 13/1/2017 opta per il ritorno in patria in prestito per 18 mesi all’Atalanta. In nazionale, dopo aver fatto parte dell’Under 18, 19 (indossando anche la fascia di capitano) e 20, milita attualmente nell’Under 21.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di ALESSANDRO CARTA del 15/10/2013

Carta Alessandro commentiPortiere di classe con impostazione tipicamente italiana. Tecnicamente validissimo, gioca sereno e con il sorriso dei grandi campioni. Disimpegna ogni situazione di gioco con fermezza e decisione, facendosi sempre trovare pronto e con i piedi posizionati paralleli e fermi a terra. Proietta sempre il corpo oltre la linea dei pali in ogni parata, questo gli consente di chiudere perfettamente lo specchio visivo della porta agli avversari e di avere maggiori opportunità di parata. Bravo nelle uscite alte e con i piedi.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close