Obbi Oularé, figlio dell’ex calciatore Souleymane Oularé che giocò in Belgio negli anni ’90, ha militato in vari settori giovanili (5 anni al Lille tra 2006 e 2011) per poi approdare in quello del Bruges nel 2013. Il 14/9/2014 debutta in prima squadra nel match di campionato contro il Genk, rimpiazzando al 64’ Nikola Storm. Sette giorni dopo fa il suo esordio da titolare e va subito a segno contro il Courtrai. In Europa League, dopo aver debuttato nella fase a gironi, va a bersaglio nei sedicesimi di finale contro l’Aalborg sia all’andata che al ritorno. Chiude un’ottima annata vincendo la Coppa del Belgio e totalizzando 3 gol e 3 assist in 19 presenze in campionato, più 2 marcature ed 1 assist in 8 sfide di Europa League. Dopo un’altra rete in 6 partite, l’1/9/2015 viene acquistato per poco più di 8 milioni di euro dal Watford, neopromosso in Premier League, con cui firma un contratto quinquennale. Visto lo scarso impiego (solo 2 brevissime apparizioni in campionato), il 19/7/2016 passa in prestito nel club della sua città natale, lo Zulte Waregem. Segna 1 gol in 10 gare, poi il 26/1/2017 prosegue l’annata ancora in prestito al Willem II dove colleziona 3 reti e 3 assist in 11 presenze. Il 27 luglio seguente torna sempre in prestito in Belgio al neopromosso Anversa. A livello giovanile ha scelto di rappresentare il Belgio, a partire dall’Under 18 fino all’attuale Under 21.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/09/2015

E’ un centravanti dotato di un’ottima struttura fisica, in possesso di grandissima forza ed equilibrio e dotato di una muscolatura molto potente. E’ destro ed ha una tecnica discreta, ancora abbastanza grezza, ha un sufficiente controllo della sfera ma i suoi movimenti palla al piede sono un po’ macchinosi e non è elegantissimo, difatti non è solito portare molto la sfera o arrischiarsi in qualche dribbling. Ha un tiro molto potente ed è bravo nel gioco aereo, nel quale fa valere tutti i suoi centimetri. E’ una prima punta vecchio stampo, un centravanti imponenente capace di reggere il peso dell’attacco da solo, abbastanza bravo nei movimenti senza palla e con un buon posizionamento ed intuito tale da fargli trovare spesso gli spazi giusti dove inserirsi dettando così il passaggio al compagno e trovandosi a tu per tu con il portiere. Ha personalità.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close