schedakomlichenko

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nikolay Komlichenko è nato a Plastunovskaja, in Russia, il 29 giugno 1995. E’ cresciuto nel Krasnodar, dove ha esordito in prima squadra nel 2013-2014, Premier Liga, 17 marzo 2014, pareggio per 1-1 e suo assist contro il Tom Tomsik, 4 presenze più una in Coppa di Russia. Nella stagione successiva c’è un passaggio a gennaio 2015 in un club di seconda divisione russo, il Cernomorec Novorossijsk in cui gioca 13 gare e segna 2 gol. Da lì il ritorno al Krasnodar, due panchine in Premier Liga contro Rostov e Ufa (tra novembre 2015 e aprile 2016) e con la squadra riserve la Vtoroj Division, che è l’ultimo livello professionistico russo diviso in area regionali (lui gioca la Sud), in cui Komlichenko, capocannoniere con 24 gol, viene eletto come miglior giocatore.

Nikolay Komlichenko, la Fiorentina lo ha visto da vicino in Europa League con lo Slovan

Nell’estate 2016 arriva il passaggio in prestito allo Slovan Liberec fino al termine dell’anno solare. Esordisce il 31 luglio contro il Mlada Boleslav (sconfitta per 3-2 il finale) e totalizza 12 presenze con 3 gol, il primo il 10 settembre nella sconfitta per 2-1 con il Viktoria Plzen e poi una doppietta il 27 novembre contro lo Slovacko (2-2). Cinque presenze, con altri 3 gol, in Europa League, nel girone J della Fiorentina, contro cui Nikolay gioca e perde senza segnare: anche qui un gol, il primo, al Paok Salonicco il 29 settembre e poi la doppietta nel 3-0 agli azeri del Qarabag il 24 novembre. Tornato al Krasnodar non viene mai impiegato, così il 21/7/2017 passa in prestito al Mlada Boleslav di nuovo nel campionato ceco. In nazionale ha fatto parte dell’Under 21.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di ROBERTO SESENA del 12/06/2017

Sesena RobertoFISICITÀ: Giocatore con una struttura fisica imponente che gli permette un’inviolabile copertura di palla e di farsi largo nelle difese avversarie. Perfetto il rapporto peso altezza. Da sottolineare inoltre una buona dinamicità nelle movenze, cosa non comune per giocatori così poderosi.
TECNICA: Attaccante dal destro naturale. Predilige il gioco di sponda grazie al quale manda spesso i suoi compagni a rete, una buona torre che funge da terminale offensivo. Specialista nel gioco aereo, questo giovane “ragazzotto” ha timbrato il maggior numero di reti colpendo di testa.
ATTITUDINI TATTICHE: Classica prima punta con movenze da numero 9 tipiche degli anni 60’, uomo d’aria forte di testa. Riferimento offensivo per tutta la squadra, che con lanci e fraseggi fa salire il baricentro della propria compagine o manda in gol. Mostra un’impressionante scelta di tempo sia negli inserimenti sia, soprattutto, nella conclusione a rete, anticipando quasi sempre il portiere avversario sia ne cross sia nei calci piazzati. Cinico sotto porta, sbaglia raramente, si dimostra anche altruista in alcuni casi, servendo con aperture i compagni meglio piazzati. Importante finalizzatore ha già vinto nella stagione 2015-2016 il titolo di capocannoniere nella Vtoroj divizion, Seconda divisione, terzo ed ultimo torneo professionistico del campionato russo di calcio.
PERSONALITÀ: Caparbio e risolutivo, l’alto centravanti del Krasnodar nonostante la sua marcata intraprendenza e la spiccata voglia di fare, mostra allo stesso tempo tranquillità e semplicità nei gesti tecnici. Un giocatore umile, un bomber altruista.
Cresciuto calcisticamente nel vivaio giovanile del Krasnodar, ne veste le maglie dall’ U19 fino alla prima squadra. Una giovane macchina da gol che tanto bene ha fatto sia in casa propria sia con la maglia dello Slovan Liberec, la scorsa stagione, dove ha totalizzato 3 centri su 12 presenze in campionato e 4 gol in 8 presenze nella competizione UEFA dell’Europa League, dimostrando di onorare al meglio l’opportunità datagli in una delle competizioni europee più importanti del continente. Anche nelle nazionali U19 e U21 mostra le sue doti, segnando complessivamente 3 gol in 7 partite. Che dire, le premesse sono ottime e i margini di miglioramento fanno ben sperare in una completa affermazione e maturità. Un elemento interessante nella prospettiva calcistica europea.
Si potrebbe paragonare a Bas Dost dello Sporting CP.
VALUTAZIONE FINALE GENERALE DEL RELATORE (da 1 a 5) 4





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close