Mehdi Leris è nato a Mont de Marsan, in Aquitania, regione della Francia, il 23 maggio 1998: è franco-algerino, come alla Juve un certo Zidane. Gli osservatori del Chievo lo vedono mentre difende i colori della sua regione nella Coppa di Francia di categoria e nell’estate del 2013, dopo essere riusciti a convincere i genitori un po’ incerti per la giovane età del loro figlio, portano Mehdi a Verona, a fare la trafila nelle giovanili gialloblù. Ha dovuto aspettare proprio per l’età che il suo passaggio fosse burocraticamente completato. Ha giocato con gli Allievi del Chievo e nel 2014-2015, due anni sotto età, è stato aggregato alla Primavera e tra campionato e Coppa ha messo insieme 33 presenze segnando 13 gol. Il 3 dicembre 2014 l’esordio assoluto nella Coppa Primavera: con l’Udinese finisce 1-0 per il Chievo.

Mehdi Leris, dalla Juve Primavera all’esordio in Serie A con la maglia del Chievo

In campionato, invece, la prima per Mehdi è il 17 gennaio 2015 ed è sempre con i friulani, stavolta a casa loro: il risultato sarà identico, vittoria per 1-0. Il 24 gennaio, in casa contro il Lanciano, il primo gol: finirà 2-0. Nell’estate del 2016 arriva la Juventus che lo aveva seguito e lo prende in prestito: l’esordio in campionato con i bianconeri, sembra una clamorosa coincidenza, è il 9 settembre 2016, sempre contro l’Udinese (finirà 0-0). Il 23 settembre il primo gol bianconero nel 2-1 al Cittadella. Mehdi è affascinato dalla dimensione internazionale che la Juve può garantirgli: il 14 settembre c’è l’esordio in Youth League nel 2-1 al Siviglia e il 18 ottobre il primo gol europeo nel 3-0 al Lione. Chiude la stagione totalizzando 9 reti e 4 assist in 25 presenze più una marcatura in 7 sfide di Youth League, poi torna al Chievo. Il 9/9/2017 debutta in prima squadra ed in serie A, entrando al 76′ nella sconfitta per 3-0 proprio contro la Juventus.

 

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 22/03/2017

Marino Francesco commentiEsterno offensivo franco-algerino molto ben dotato fisicamente; potente, di gamba, veloce, resistente; giocatore che per caratteristiche e movenze pargonerei al milanista Ocampos. E’ un giocatore perfetto per giocare da esterno in un 4-2-3-1 poiché alle buone doti tecniche abbina una grande attitudine alla corsa e al sacrificio tattico: infatti è un esterno molto generoso che partecipa attivamente ad entrambe le fasi di gioco; il fatto di essere molto predisposto ai rientri e al pressing un po’ lo penalizza in fase di realizzazione poiché sotto quell’aspetto ha molti margini di crescita. E’ estremamente insidioso quando ha campo a disposizione dato che avendo leve lunghe e tanta forza fisica riesce davvero ad avere una marcia in piu; anche sullo stretto non se la cava male poiché ha pur sempre una qualità tecnica da giocatore offensivo ma non sempre riesce ad essere sullo stretto incisivo e determinante. Spesso e volentieri gioca anche da esterno sinistro nel 4-3-3 con buoni risultati anche se a mio avviso nel 4-2-3-1 può estrinsecare tutte le sue doti di corsa dovendo coprire spesso l’interezza della fascia. Direi che è un giocatore di qualità che però esprime tale qualità nella quantità, dato che segna poco e spesso è un po’ fumoso: deve migliorare molto in fase realizzativa; nel complesso giocatore interessante

FISICITA’ 4/5
ATTITUDINI TATTICHE 3/5
PERSONALITA’ 2/5
TECNICA 3/5
VALUTAZIONE SCOUT 3/5





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close