Marlon Santos da Silva Barbosa, meglio noto come Marlon, è un prodotto del vivaio della Fluminense. Promosso in prima squadra dal gennaio 2014, a 18 anni ancora da compiere, si guadagna subito uno spazio importante tanto che nelle prime due stagioni totalizza 1 assist in ben 44 presenze. Nell’estate 2016 passa in prestito al Barcellona che lo aggrega alla propria formazione B. Colleziona 25 partite ma soprattutto il tecnico della prima squadra Luis Enrique lo fa esordire sia in Champions League (23/11/2016 entra al 72′ nella vittoria nella fase a gironi per 0-2 contro il Celtic), che nella Liga (titolare nelle ultime due giornate di campionato nei successi per 1-4 contro il Las Palmas e per 4-2 contro l’Eibar). Il 14/6/2017 il Barcellona lo riscatta per 5 milioni di euro facendogli firmare un contratto triennale, poi il 29 agosto seguente lo gira in prestito biennale al Nizza. In nazionale, dopo aver fatto parte dell’Under 20 con cui disputa nel 2015 sia il Campionato sudamericano che i Mondiali di categoria persi in finale ai supplementari 2-1 contro la Serbia, milita attualmente nell’Under 23.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 15/12/2015

Marino Francesco commentiDifensore centrale molto promettente; gioca in prevalenza da centrale sinistro in una linea a quattro; ha grandi doti fisiche sia a livello strutturale che a livello di esplosività ed elasticità muscolare; è un marcatore dotato di velocità ed anche di buona rapidità, a dispetto della struttura possente; insuperabile nel gioco aereo, bravo nell’uno contro uno anche contro avversari brevilinei e rapidi; ottimo senso della posizione sui cross provenienti dall’esterno sui quali spesso e volentieri cerca l’uomo da marcare, attitudine propria dei grandi difensori; è un destro che se la cava benone anche nei disimpegni ed in fase di impostazione nella quale, anzi, a volte eccede in numeri e dribbling; probabilmente presto lo vedremo già in Europa in qualche club importante; vista la giovane età può e deve ancora migliorare in tutto, ma se aumenta la sua attitudine nella capacità di recupero, può diventare un giocatore di primissima fascia, anche perché ha temperamento, capacità di concentrazione e personalità, qualità queste proprie dei grandi difensori.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close