Marc Cucurella Saseta è nato il 22 luglio 1998 ad Alella, in Spagna, nella Catalogna, un centro di 8000 abitanti famoso per i vigneti e i profumi. E’ passato per la squadra locale e per l’Espanyol prima di entrare a 14 anni nella cantera del Barcellona dove è passato dalla squadra giovanile B alla A. In realtà erano stati prima bravi i dirigenti dell’Espanyol a soffiarlo agli osservatori dei rivali catalani quando Cucurella era un bambino di 6 anni.

City, Chelsea e Dortmund in agguato, ma Cucurella rinnova fino al 2021

E’ stato una delle leggende del Nou Camp, Guillermo Amor -centrocampista che negli Anni 90 ha vinto 5 Liga, 3 Coppe e 4 Supercoppe di Spagna, 1 Coppa Campioni, 2 Supercoppe Uefa e 1 Coppa delle Coppe – ha strappare il Cucu all’Espanyol “riportandolo” nella Masia, dove il 16 settembre 2015 ha fatto l’esordio nello 0-0 contro la Roma. E il 26 novembre 2016 è arrivato l’esordio in Segunda Division con il Barça B, nel 4-0 all’Hospitalet. Attorno a questo ragazzo si stanno concentrando le attenzioni di mezza Europa: Guardiola e il City su tutti, visto che Pep con la Spagna ha sempre una grande relazione professionale. Ci sono anche il Chelsea e il Borussia Dortmund, ma Cucurella il 7 giugno 2017 ha deciso di rinnovare il suo contratto fino al 2021.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 26/04/2017

Marino Francesco commentiTerzino sinistro piccolo di statura e non dalla grande struttura fisica: dal punto di vista della filosofia calcistica del Barcellona lui è l’erede (almeno a livello di caratteristiche fisiche e movenze) dei vari Julio Alberto (negli anni ’80), Sergi all’epoca di Cruyiff allenatore, Van Bronchorst, Jordi Alba e Digne, cioè giocatori piccoli di statura molto rapidi e decisamente abili tecnicamente; lui come i due terzini del Barcellona prima squadra è esattamente quello stesso tipo di terzino: brevilineo, rapido, discretamente esplosivo, non assolutamente alto ma dotato di buona applicazione in fase difensiva, tignoso, con una grande attitudine a trattare il pallone, molto abile nei fondamentali, bel crossatore, giocatore intelligente tatticamente; a prima vista ci sarebbe assai poco da dire e da osservare poiché la sua struttura sembrerebbe penalizzarlo alquanto soprattutto se paragonato ad una normale struttura di un terzino europeo o anche italiano: ebbene questo ragazzo invece lascia intravedere qualità ed attitudini che fanno andare il giudizio ben oltre il semplice aspetto fisico. Di lui paradossalmente mi hanno colpito molto le sue qualità a livello di impegno ed applicazione in fase difensiva nella quale appare sempre perfettamente allineato ai compagni di reparto sempre con la postura giusta che gli consente di non soffrire mai troppo negli uno contro uno. Oltre a ciò poi lui ha una buonissima tecnica che gli consente (come già osservato) di dribblare, calciare, crossare e più in generale di creare sempre, nella fase di possesso, superiorità numerica dal suo lato. Infine altro aspetto importante è certamente quello della personalità e della capacità di combattere ed essere pugnace in ogni fase di gioco denotando un carattere davvero degno di essere menzionato.
Credo che sia perfetto per il calcio spagnolo mentre ritengo che per quello europeo in generale possa pagare dazio a livello di struttura; nel complesso mi sembra un elemento interessante.
FISICITA’ voto 2
TECNICA voto 3
PERSONALITA’ voto 3
ATTITUDINI TATTICHE voto 4
VALUTAZIONE SCOUT voto 3





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close