Lyanco Evangelista Silveira Neves Vojnovic, meglio noto come Lyanco, è nato a Vitoria il 1° febbraio 1997. Il nonno paterno, Jovan Vojnovic, nato
nella zona serba della Jugoslavia, si trasferì in Brasile all’età di 7 anni, durante la seconda guerra mondiale. La famiglia materna ha invece
origini portoghesi. Ha iniziato la sua carriera calcistica nelle giovanili del Botafogo. Nel gennaio del 2015 ha ricevuto varie offerte di contratto
da altri club brasiliani (Cruzeiro, Palmeiras e Fluminense). Alla fine decide però di trasferirsi al San Paolo. Ha fatto il suo debutto tra i
professionisti il 1º luglio 2015, nella partita persa per 1-2 contro l’Atlético Paranaense.

Lyanco, Juve beffata sul più bello

Il 29 marzo 2017 firma un contratto quinquennale con decorrenza dal 1° luglio prossimo col Torino, che lo acquista per 6 milioni di euro più tre di bonus, superando la concorrenza di molti club, Juventus compresa. Nonostante non possa essere schierato in campionato sino al termine del campionato 2016-2017, Lyanco si trasferisce immediatamente nel capoluogo piemontese per potersi allenare sin da subito con i nuovi compagni. Il 28 gennaio 2016 Lyanco annuncia sul suo profilo twitter la scelta di rappresentare la Serbia a livello internazionale giovanile, ma poi cambierà idea e indosserà la maglia del Brasile al Campionato sudamericano di calcio Under-20 2017. La sua esperienza in Brasile con il San Paolo si chiude con 21 presenze e 1 gol segnato all’America, il 10 luglio 2016.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 05/04/2017

Marino Francesco commentiDifensore centrale brasiliano dalle grandi doti fisiche e temperamentali; difensore centrale dominante dotato di personalità e carisma con anche buone qualità tecniche. Tatticamente adattissimo a giocare da centrale destro in una difesa a quattro: fortissimo nel gioco aereo e nei contrasti, bravo anche nel far ripartire l’azione attraverso coraggiose sortite palla al piede o anche attraverso precise sventagliate col destro a cercare il cambio di gioco o il lancio preciso. Forte nell’uno contro uno ed anche estremamente intelligente nel capire in anticipo lo sviluppo dell’azione in modo da anticipare spesso la giocata avversaria. Ha una struttura potente e massiccia aspetti che lo limitano un po’ a livello di velocità, ma che lo aiutano per poter fronteggiare avversari possenti e strutturati. Dal punto di vista delle caratteristiche lui sarebbe un centrale marcatore che però ha anche le capacità di organizzatore e di leader poiché, come già osservato, sa rilanciare l’azione e comandare con piglio la difesa. Se dovessi paragonarlo ad un giocatore del recente passato direi che lui assomiglia abbastanza a Lucio con una maggiore attitudine e concentrazione difensiva. Mi sembra un difensore destinato a percorrere una carriera molto importante infatti lo considero tra i migliori prospetti nello spot di difensore centrale e credo che il fatto di poter venire a giocare in Italia cosi giovane possa assolutamente aiutarlo a migliorare sia difensivamente a livello singolo che a livello tattico inteso come capacità di difendere di reparto.
PERSONALITA’ voto 4/5
FISICITA’ voto 4/5
ATTITUDINI TATTICHE voto 3/5
TECNICA voto 3/5
VALUTAZIONE SCOUT voto 4/5





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close