Luke Shaw cresce nelle giovanili del Southampton, dove brucia tutte le tappe esordendo in prima squadra nel gennaio 2012 all’età di 16 anni, in FA Cup contro il Millwall (1-1 in trasferta). Nel 2012/13 conquista subito un posto da titolare e colleziona 25 presenze. Nel 2013/14 fa ancora meglio confezionando 2 assist in 35 partite. Ciò gli vale il 27/6/2014 l’acquisto per 37.5 milioni di euro del Manchester United, con cui firma un contratto quadriennale con opzione per il quinto. Il nuovo tecnico Louis van Gaal, nonostante l’ingente investimento, non lo tiene molto in considerazione ed infatti, alla prima stagione con la maglia dei “Red Devils”, gioca solo 16 gare. All’inizio della seconda parte col piede giusto con 1 assist in 5 presenze in campionato sempre da titolare. Tuttavia il 15/9/2015, nel primo match della fase a gironi di Champions League in trasferta contro il PSV Eindhoven, un intervento killer di Hector Moreno gli provoca la frattura della tibia costringendolo ad un lungo stop. Con l’Inghilterra ha militato nelle rappresentative giovanili Under 16 e 17, per poi fare direttamente il salto nell’Under 21 nel 2013. Il 5/3/2014 debutta in Nazionale maggiore nell’amichevole vinta 1-0 contro la Danimarca. Il CT Roy Hogdson lo convoca per i Mondiali dello stesso anno in Brasile, in cui gioca solo il terzo match della fase a gironi (inutile perché l’Inghilterra era già eliminata), pareggiato 0-0 contro la Costa Rica.

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/08/2013

E’ un terzino sinistro di grandissima spinta grazie al suo fisico possente e atletico. Alto e robusto, è dotato di un ottima velocità ed agilità con una notevole potenza muscolare, qualità che gli permettono di essere devastante quando ha spazio per partire in progressione sulla fascia. Tecnicamente bravo, mancino naturale, abbina alla facilità corsa, buoni tempi d’inserimento (anche se deve e può ancora migliorare) ed un buon dribbling, bravo soprattutto nel proteggere la palla. Bravo nel gioco aereo, è in possesso di un ottimo calcio, preciso e potente, sia per passare che per tirare. Tatticamente ha ampi margini di miglioramento. In fase offensiva è bravo sia nel duettare con i compagni ed inserirsi nello spazio senza palla, sia nel partire palla piede, per arrivare sul fondo e crossare con il suo sinistro pericoloso. In fase difensiva deve ancora migliorare, ma vista la giovanissima età può solo che crescere. In possesso di un ottima personalità.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close