schedacallegari

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lorenzo Callegari è nato a Meudon il 27 febbraio 1998 ed è cresciuto a Clamart, alla periferia di Parigi: il papà Giuseppe è di natali piacentini, di Groppallo di Farini, sull’appennino; la mamma ha invece origini pugliesi. Nel 2011 è entrato nel settore giovanile del PSG. E il 1° luglio 2015 ha firmato il primo contratto da professionista per tre stagioni. Gioca la Youth League e debutta il 15 settembre nello 0-0 con il Malmoë: alla fine saranno sei le presenze.

Lorenzo Callegari, dalla Ligue 1 al sogno italiano svanito

Il suo debutto in Ligue 1 avviene in questa stagione, il 30 novembre nella partita di Ligue 1 al Parco dei Principi contro l’Angers: subentra al brasiliano Lucas e gioca gli ultimi tre minuti della gara che il Psg vince 2-0 con le rei di Thiago Silva e Cavani. Parallelamente, disputa anche in questa stagione la Youth League con la selezione giovanile. In questa stagione altre sette presenze in Youth League fino agli ottavi persi con il Salisburgo poi campione di questa edizione. E’ nazionale con la Francia Under 19 con cui ha esordito il 14 novembre 2016 nella sconfitta per 2-0 con la Spagna. A gennaio scorso Alessandro Canovi che è il suo manager ha lavorato a lungo per portarlo al Genoa, ma alla fine l’operazione non si è fatta perché la formula non convinceva la proprietà del club francese.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di LORENZO FABIANI del 13/06/2017

LORENZO FABIANICalciatore di grande spessore tecnico e tattico; giocatore di qualità e di buona prospettiva di cui sentiremo molto parlare.
Per il suo modo di giocare e di interpretare il calcio ricorda il primo Marco Verratti (suo attuale compagno di squadra ed “idolo”).
Il suo ruolo naturale è quello di centrocampista centrale di un centrocampo a 3.
Fa molta più fatica a giocare in un centrocampo a 2, perché fisicamente è esile, non ha molta forza e non è un gigante (174 cm) , ma soprattutto perché le sue qualità sono molto sacrificate in quella posizione.
È un metronomo che detta i tempi di gioco della sua squadra in modo preciso ed ordinato e trova delle linee di passaggio spesso impossibili da vedere; in fase di possesso gli piace molto abbassarsi in mezzo ai centrali di difesa per iniziare l’azione e cambiare gioco da una parte all’altra con dei millimetrici lanci di collo piede destro.
Gioca molto spesso a 2/3 tocchi e grazie alla sua grande capacità di anticipazione trova sempre la soluzione migliore e nel minor tempo possibile.
In fase di non possesso è tatticamente inquadrato e ha buoni tempi di contrasto, inoltre legge molto bene le situazioni di 1 v 1 in fase difensiva.
Deve crescere molto nell’utilizzo del suo piede debole (il sinistro) e nel gioco aereo.
A mio avviso per continuare il suo percorso di crescita gli farebbe molto bene una stagione in prestito con molte presenze da titolare.
Nel complesso è un giovane da seguire con molta attenzione.

FISICITÀ voto 2
TECNICA voto 4
PERSONALITÀ voto 3/4
ATTITUDINI TATTICHE voto 3/4
VALUTAZIONE GENERALE 4





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close