Leandro Paredes entra nel settore giovanile del Boca Juniors dall’età di 8 anni, debuttando in prima squadra nel 2010 e totalizza 5 reti in 28 partite fino al Torneo Inicial 2013/14. Nel gennaio 2014 viene acquistato dalla Roma con la formula del prestito oneroso di 250.000 euro per 18 mesi, con diritto di riscatto fissato a 4.5 milioni. Non potendo però tesserare altri extracomunitari in quella sessione di mercato, i giallorossi lo “parcheggiano” per 6 mesi al Chievo: disputa 2 gare con la Primavera ed esordisce in serie A il 14 maggio, alla 36ma giornata, entrando nell’ultimo quarto d’ora del match perso 0-1 contro il Torino. Tornato alla Roma il tecnico Rudi Garcia lo conferma nella rosa e nel marzo 2015 viene esercitato il diritto di riscatto, con la firma di un contratto quadriennale. Impiegato col contagocce (10 presenze), riesce comunque a segnare il suo primo gol in serie A l’8/2/2015 nella vittoria per 1-2 contro il Cagliari, cui aggiunge un’apparizione in Europa League. Il 31 agosto seguente passa in prestito all’Empoli. Qui l’allenatore Marco Giampaolo riesce a valorizzarlo, infatti colleziona 2 reti ed 1 assist in 33 partite. Tornato alla Roma sotto la guida tecnica di Luciano Spalletti mette a referto 3 gol ed 1 assist in 27 gare, più 8 sfide in Europa League. Nell’estate 2017 viene acquistato dallo Zenit San Pietroburgo di Roberto Mancini per 23 milioni di euro più 4 di bonus, firmando un contratto quadriennale. Con l’Argentina, dopo aver fatto parte delle rappresentative Under 15 e 17, il nuovo CT della Nazionale maggiore Jorge Sampaoli lo fa debuttare il 13/6/2017 nell’amichevole vinta per 0-6 contro Singapore ed in cui va anche a bersaglio.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/06/2013

E’ dotato di un fisico robusto, con una buona velocità, rapidità e potenza muscolare. Centrocampista estroso con un ottimo dribbling, è in possesso di un incredibile visione di gioco, padronanza di palleggio (utilizza con grande naturalezza entrambi i piedi) e grande rapidità di pensiero, qualità che gli consentono di mettere dinanzi alla porta avversaria i suoi compagni con improvvisi passaggi smarcanti; inoltre possiede un ottimo di tiro e rapidità di calcio. Tatticamente in fase offensiva è bravo a farsi trovare libero nelle zone centrali del campo o giocare tra le linee dove riesce ad avere una maggiore visione del campo, oppure cerca lo spazio con buoni tempi di inserimento. In fase difensiva è abbastanza ordinato, cercando di essere di aiuto ai compagni sia per contrastare che per raddoppiare. Cerca sempre di essere un punto di riferimento per la squadra proponendosi con frequenza per ricevere il pallone.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close