schedaajerKristoffer Vassbakk Ajer è nato il 29 aprile 1998 a Raelingen, in Norvegia, stazione sciistica specializzata nello sci nordico con il trampolino di Marikollen e paese natale del gruppo di power metal Higland Glory. Dopo Odegaard che riempì le cronache per il suo passaggio al Real Madrid, questo ragazzo è sulla bocca di tutti nel suo Paese. Cresciuto con la squadra locale di Raelingen, a 10 anni è pasato al Lillestrom. A credere in lui nel 2014 è l’IK Start, squadra di Kristiansand: il 19 luglio 2014 fa l’esordio nel 2-1 contro il Bodo Glimt.

Kristoffer Ajer, la Roma lo vede a Trigoria. E poi arriva il Celtic

Il 7 aprile 2015, ancora sedicenne per qualche giorno, mette la fascia di capitano nell’1-1 con il Lillestrom diventando il più giovane calciatore di sempre ad aver indossato la fascia nella Tippeligaen. Lo score: 13 presenze e 1 gol (il primo in assoluto, il 28 settembre 2014, nel 3-1 al Sarpsborg), 30 presenze, 8 gol e 4 assist nel 2015, che inizia con quella fascia al braccio per un match. A inizio 2016 dopo una prova alla Roma, che non lo prende per il costo del cartellino giudicato troppo alto (circa un milione) arriva il provino nel Celtic e la firma del contratto per 4 anni: la stagione era cominciata ancora in Tippeligaen con 11 presenze.

Con la prima squadra scozzese, dopo un breve rodaggio nella seconda squadra, gioca la qualificazione di Champions League il 20 luglio 2016 contro il Lincoln di Gibilterra battuto 3-0 e poi 5 presenze in Youth League con l’Under 20. A gennaio il prestito al Kilmarnock e l’esordio in Premiership il 28 del mese nel 3-2 al Ross County: le presenze saranno in tutto 16.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FABIO MACELLARI del 14/06/2017

fabio macellari fotoAjer, è un classe 1998 destro naturale di proprietà del Celtic. Gioca prevalentemente a centrocampo e può essere utilizzato anche da difensore centrale, ha un fisico longilineo alto quasi 2 metri quindi forte nelle palle alte e in fase difensiva fa vedere la parte migliore, recuperando svariati palloni a centrocampo. Bravo nel gioco individuale e nel servire la squadra nella fase difensiva e propositiva giocatore duttile ideale per il gioco moderno, nonostante la sua altezza è un giocatore abbastanza veloce, pecca un po’ nella fase di ultimo passaggio e finalizzazione somiglia molto a Simone Perrotta   Personalità 4, Fisicità 4, Attitudine Tattiche 4, Tecnica 3,Valutazione 3/4.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close