Kasper Dolberg muove i suoi primi passi nei settori giovanili del GFG Voel e del club della sua città natale, il Silkeborg. Il 17/5/2015 riesce anche ad esordire in prima squadra ed in campionato, entrando al 63’ al posto di Adeola Lanre Runsewe nella sconfitta per 0-2 contro il Brondby. Dopo altre 2 apparizioni, pochi mesi dopo viene acquistato per 270.000 euro dall’Ajax, che lo aggrega alla propria formazione Under 19. Vince il campionato di categoria totalizzando 5 gol ed 1 assist in 17 presenze, più 3 marcature in 4 sfide della terza edizione della “UEFA Youth League”. Il 13/5/2016 firma un nuovo contratto quinquennale e dall’estate seguente viene subito promosso in prima squadra. Con la Danimarca, dopo aver svolto l’intera trafila delle selezioni giovanili a partire dall’Under 16 fino all’Under 21, debutta in Nazionale maggiore l’11/11/2016 nel match valido per le qualificazioni ai Mondiali 2018, vinto per 4-1 contro il Kazakistan.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 24/11/2016

Marino Francesco commentiAttaccante centrale perfetto per giocare da centravanti nel tipico 4-3-3 dell’Ajax; ha una grandissima stazza ed una forza fisica davvero molto al di sopra della media; oltre a ciò ha doti tecniche e coordinative che stupiscono; forte nel gioco aereo e nello stesso tempo ottimo nello smistamento del pallone quando viene incontro a fare la sponda; molto bravo anche nel tiro da fuori col destro; in area di rigore è abilissimo a chiudere i cross e ad aggredire qualsiasi palla vagante che gli si presenta nei paraggi; è un giocatore già abbastanza completo come repertorio, capace di muoversi anche tra le linee, di svariare anche sull’esterno (nelle giovanili talvolta ha anche giocato da esterno) ed anche di attaccare la profondità, aspetto questo sul quale deve ancora lavorare abbastanza per avere maggiori potenzialità; inoltre deve migliorare nella rapidità di esecuzione, aspetto questo penalizzato dalla stazza davvero imponente; infine dovrebbe utilizzare maggiormente il piede mancino e deve maggiormente imparare ad “usare” il suo corpo, inteso come capacità di utilizzo degli arti superiori per prendere posizione e per ritagliarsi posizioni più vantaggiose in area di rigore o comunque nelle mischie. E’ ancora un po acerbo ma in prospettiva potrebbe diventare un attaccante da top club, perché ha doti davvero importanti che raramente vengono già cosi messe in bella mostra in un classe 1997, quindi attualmente diciannovenne; deve migliorare e crescere molto a livello di personalità, nonostante denoti una buona sicurezza ed una notevole freddezza unita ad una tecnica di vase invidiabile in area di rigore. Giocatore davvero molto forte di cui sentiremo parlare presto a livelli alti.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close