José Luis Gayà è un prodotto del vivaio del Valencia, con cui debutta in prima squadra nel 2012/13 subito da titolare nell quarto turno di Copa del Rey, vinto 0-2 contro il Llagostera. Nell’annata seguente fa un’apparizione nella Liga e 3 in Europa League. Dal 2014/15 viene inserito in pianta stabile nell’organico della prima squadra: infatti, dopo le cessioni di Bernat e Mathieu, l’allenatore Nuno Espirito Santo decide di puntare forte sul ragazzo della cantera, tanto da dare l’assenso anche per la cessione di Andres Guardado, ultimo laterale sinistro rimasto in rosa. Parte quasi sempre titolare ed il 25/9/2014 segna la sua prima rete in carriera ed in campionato nella vittoria per 3-0 contro il Cordoba. Chiude un’ottima prima stagione da protagonista totalizzando 1 gol e 6 assist in 35 presenze. Nella seconda colleziona 20 partite in campionato, più 3 assist in 9 sfide tra Champions ed Europa League. In nazionale sta svolgendo l’intera trafila delle selezioni giovanili, dall’Under 17 fino all’attuale Under 21. Con l’Under 20 ha disputato nel 2013 i Mondiali di categoria.

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/09/2015

Brevilineo dalla struttura fisica minuta, è un terzino sinistro. Mancino naturale, è un giocatore molto valido sotto il profilo atletico, ha una grande velocità di base accompagnata da un ottimo scatto ed una tenuta atletica di livello. Dal punto di vista tecnico mostra buone doti nel controllo di palla, una buona capacità di saltare l’uomo, specie in velocità ed ottimi tempi di incursione sia con che senza il pallone. Si rivela un giocatore intelligente nella scelta delle situazioni in cui spingere in avanti. Ha un piede educato e la sua sensibilità e precisione nel calcio lo rendono un crossatore di ottimo livello, sia in situazione statica che in situazione dinamica, dote importante per un terzino. La precisione del suo calcio la si può notare anche nel tiro in corsa. In fase di copertura è sicuramente molto caparbio, che però tende ad eccedere in foga, rimediando spesso e volentieri ammonizioni. Pur essendo un po’ disordinato, specie in fase di posizionamento difensivo in linea, mostra una buona capacità nelle letture difensive e nelle diagonali, peccando tuttavia in costanza difensiva. In prospettiva futura, tenendo conto delle potenzialità e della grande personalità del giocatore, può tranquillamente diventare nei prossimi anni un giocatore di vertice nel suo ruolo.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close