Hany Mukhtar, nato a Berlino ma di origini sudanesi, è un prodotto del vivaio dell’Hertha Berlino, con cui esordisce in prima squadra nella stagione 2012/13 (quella della promozione in Bundesliga) giocando 7 gare. Nella successiva annata arriva a quota 10 partite. Rifiutando le proposte di rinnovo, all’inizio del 2014/15 viene impiegato solo nella formazione riserve, in cui peraltro si fa notare con 2 gol e ben 8 assist in 6 presenze. Poi il 15/1/2015 viene acquistato per 500.000 euro dal Benfica, con cui firma un contratto di 5 anni e mezzo. Nello scorcio finale di stagione fa un’apparizione (andando anche a bersaglio) nella compagine B ed una in prima squadra in campionato, esattamente il 23 maggio quando entra al 75′ al posto di Eduardo Salvio nella vittoria per 4-1 contro il Maritimo. Il 28 agosto seguente passa in prestito al Red Bull Salisburgo. Qui vince scudetto e Coppa d’Austria, ma il suo contributo si limita ad appena 1 rete e 2 assist in 13 gare. Così il 20/7/2016 cambia ancora maglia e va sempre in prestito al Bröndby. Autore di un’ottima stagione dove totalizza 6 gol e 7 assist in 29 partite, nell’aprile 2017 il Bröndby lo acquista a titolo definitivo per 1.5 milioni di euro, facendogli firmare un contratto quadriennale. Con la nazionale tedesca ha svolto la trafila delle selezioni giovanili dall’Under 15 fino all’attuale Under 21. Nel 2014 con l’Under 19 si è laureato campione d’Europa di categoria. Convocato dall’Under 20 per i Mondiali di categoria del 2015 in Nuova Zelanda, il primo giugno realizza una tripletta nel primo match della fase a gironi, vinto 8-1 contro le Isole Fiji. Sei giorni dopo va ancora a bersaglio nel terzo, vinto 5-1 contro l’Honduras.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/08/2015

Dal punto di vista fisico è un brevilineo dalle leve corte, ma in possesso di un fisico tonico e compatto, quanto basta per resistere agli scontri di gioco. La sua dote fisica migliore è lo scatto nel breve e la rapidità nello stretto. Dal punto di vista tecnico non è elegantissimo, ma è completo ed essenziale. Ha un ottimo controllo palla anche in progressione ed è dotato di uno stop più che soddisfacente. Nel calciare ha una buona coordinazione, che usa per colpire la palla molto bene con entrambi i piedi. Le doti tecniche migliori sono i passaggi filtranti, i lanci in verticale per i compagni che si inseriscono e gli scarichi di prima che effettua nelle ripartenze. Sfruttando le sue accelerazioni nei primi metri, è in grado anche di saltare l’uomo e di creare superiorità numerica. E’ inoltre dotato di un discreto tiro, che è solito eseguire dal limite dell’area. Il suo grande difetto è quello di cercare troppo il dribbling, anche quando subisce un raddoppio di marcatura. Dal punto di vista tattico non è il classico trequartista che agisce solo in zona centrale, ma varia sul tutto il fronte d’attacco, inserendosi pericolosamente in area di rigore e mettendo in difficoltà i centrali già impegnati in marcatura. Non è egoista e regala molti assist ai suoi compagni. La situazione tattica nella quale dà il meglio di sé sono le ripartenze, nelle quali riesce o a servire palla al compagno meglio piazzato, oppure a concludere in porta. In fase di non possesso pressa molto bene e rientra nella sua metà campo per fare densità. Dal punto di vista caratteriale è molto tenace e grintoso, al punto da rimanere concentrato per quasi tutti i 90 minuti. Benché abbia molta determinazione, non fa gesti sconsiderati ed è rispettoso degli avversari.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close