Gabriel Tadeu Strefezza Rebecato, detto Speto, è nato a San Paolo il 18 aprile 1997. Nell’autunno del 2015 arriva in Italia per espletare le pratiche per ottenere il passaporto italiano. E’ l’anno che lo ha portato alla ribalta per la vittoria del campionato mondiale per club di categoria, vinto proprio da quel Corinthians che aveva in squadra oltre a Speto, segnalato tra i più interessanti, anche Matheus Pereira passato per l’Empoli prima di diventare un giocatore della Juventus Primavera, anche lui segnalatissimo. La Spal alla fine è stata più lesta di tutti e lo ha tesserato. La prima presenza la ha fatta nel campionato Primavera il 10 settembre 2016 regalando un assist al compagno di squadra Ubaldi per il 4-1 in casa dello Spezia.

Gabriel Strefezza, dall’esordio ai primi gol

La prima rete in campionato è arrivata invece il 1° ottobre in casa in un roboante 5-0 al Milan. Il 18 febbraio 2017 c’è stato anche il brindisi con la prima doppietta italiana realizzata in casa del Verona e che ha dato la vittoria per 2-1 agli emiliani. Speto ha messo la sua firma anche sul cammino della Spal Primavera alla Viareggio Cup: il 15 marzo ha fissato sul 2-0 il risultato con il Pas Giannina realizzando il raddoppio ferrarese su rigore, tre giorni dopo si è ripetuto nell’1-1 contro l’Inter. Termina la stagione con ben 6 gol ed 8 assist in 21 partite, ma soprattutto il tecnico della prima squadra Leonardo Semplici lo fa esordire in serie B il 31/3/2017, quando entra al 79′ nella sconfitta per 1-0 contro l’Avellino. Il 10 luglio seguente passa in prestito alla Juve Stabia in Lega Pro.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di ROBERTO SESENA del 22/03/2017

Sesena RobertoFISICITA’: Struttura brevilinea, dotato di una ottima corsa, grossa resistenza e buona potenza.
TECNICA: destro naturale, buon tiro da fuori e dotato anche di un lancio lungo come cambio di gioco e/o come lancio per scavalcare le linee avversarie.
ATTITUDINI TATTICHE: In possesso di una buona attitudine tattica, viene impiegato come laterale destro, sia basso sulla linea difensiva, che alto nella linea del centrocampo, come tornante di fascia. Saltuariamente è stato impiegato come intermedio destro in centrocampo a tre. Quando è impiegato come terzino, ruolo ricoperto soprattutto in Brasile, svolge diligentemente la fase di marcamento ed è attento alla diagonale difensiva, pronto nell’anticipo e tecnicamente si pone sempre nella posizione giusta per la chiusura o per il tackle.
PERSONALITA’: Buona personalità, punto di riferimento della sua squadra sulla fascia laterale destra, viene costantemente coinvolto nella fase offensiva. Impiegato nella linea di centrocampo, propulsore inesauribile come tornante di fascia per concludere al cross, o come inserimento per la conclusione al tiro in porta.
Giocatore d’indubbio interesse, nonostante la sua non evidente struttura fisica, supplisce con una brillante verve e una buona tecnica. Si potrebbe paragonare a DANI ALVES (JUVE).
VALUTAZIONE FINALE GENERALE DEL RELATORE 4/5.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close