Federico Bernardeschi comincia a giocare nella Fiorentina all’età di 9 anni. Dopo aver svolto tutta la trafila delle giovanili, totalizzando nella Primavera 19 gol in 32 presenze in una stagione e mezza, nell’estate 2013 viene ceduto in prestito al Crotone in serie B. Il 21 settembre, nella trasferta di Brescia vinta 1-2, realizza la sua prima rete con la nuova maglia e tra i professionisti. Si rivela uno dei migliori giovani della cadetteria, collezionando ben 12 gol e 7 assist in 39 partite, compresi i play/off in cui i calabresi vengono subito eliminati ai quarti di finale dal Bari. Tornato alla Fiorentina, il tecnico Vincenzo Montella lo conferma nella rosa della prima squadra. Il 18/9/2014, nel primo match della fase a gironi di Europa League, entra dalla panchina e segna il definitivo 3-0 contro il Guingamp. Il 2 ottobre si ripete nel secondo, stavolta da titolare, realizzando lo 0-3 contro la Dinamo Minsk. Il 3 novembre in allenamento si rompe il malleolo esterno, infortunio che lo costringe ad un lungo stop. Chiude l’annata con 1 rete e 2 assist in 7 gare più 2 marcature in 3 apparizioni in Europa League. L’1/10/2015, nella seconda sfida della fase a gironi di Europa League, va a segno nella vittoria per 0-4 contro il Belenenses. Il 26 novembre fa ancora meglio nella quinta realizzando una doppietta in trasferta contro il Basilea. Il 18/2/2016, nell’andata dei sedicesimi, segna il definitivo 1-1 in casa contro il Tottenham. Il nuovo tecnico Paulo Sousa gli dà molta fiducia e lui lo ripaga mettendo a referto 2 gol e 6 assist in 33 presenze, più 4 marcature in 7 sfide di Europa League. Nel 2016/17 fa ancora meglio totalizzando 11 reti e 4 assist in 32 partite più 2 marcature ed 1 assist in 8 apparizioni in Europa League, poi il 24/7/2017 viene acquistato per 40 milioni di euro dalla Juventus con cui firma un contratto quinquennale. Con l’Italia, dopo aver svolto la trafila delle selezioni giovanili dall’Under 18 fino all’Under 21 (disputando con quest’ultima gli Europei di categoria del 2015), il 24/3/2016 debutta in Nazionale maggiore nell’amichevole pareggiata 1-1 in casa contro i campioni d’Europa in carica della Spagna. Nel maggio seguente il CT Antonio Conte lo convoca per gli Europei in Francia.

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/12/2013

E’ un’ala destra normolinea con una struttura fisica niente male, in possesso di ottime qualità atletiche fra cui una spiccata velocità. E’ di piede sinistro, tecnicamente è molto dotato e possiede un controllo palla e un dribbling davvero eccellenti, che gli permettono di superare agevolmente l’avversario; ha inoltre un ottimo tiro, davvero potente e molto preciso, in virtù del quale risulta essere anche un egregio battitore di punizioni. Quando gioca sulla fascia opposta al piede ama convergere verso il centro e tentare la conclusione, ma tuttavia spesso lo ritroviamo in posizioni diverse da quella di partenza, in quanto svaria su tutto il fronte offensivo e non da punti di riferimento, e le sue azioni sono imprevedibili. Ha personalità e creatività.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close