schedabardhi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Enis Bardhi è nato a Skopje, in Macedonia, il 2 luglio 1995. La sua carriera di giovanissimo calciatore è passata attraverso lo Shkupi, i danesi del Bröndby e gli svedesi dell’Helsingbors in un rapido passaggio nel Nord Europa  intorno ai 18 anni, e il Prespa Birlik. Ricostriuiamo la sua carriera dalla presenza nella Under 21 dell’Helsingborgs, nella gara persa 5-0 contro il Mjallby il 18 luglio 2013. Dal 2014-2015 arriva l’Ujpest, con l’esordio assoluto che avviene in campionato il 14 settembre, nella gara contro il Videoton, persa 2-0. Le presenze al termine della stagione saranno 21 con due reti: la prima il 24 ottobre al Nyiregyhaza. Il 24 settembre 2014 era arrivato anche il battesimo agonistico nella Magyar Kupa, nella gara vinta 2-0 contro lo Szombathely al terzo turno.

Enis Bardhi, dall’esplosione alla nazionale maggiore

Bardhi ha accumulato altre 58 presenze negli altri due campionati, 2015-2016 e 2016-2017, più altre 9 nella Coppa nazionale. Nell’ultimo campionato si è affermato anche cone straordinario uomo gol segnando 12 reti a cui vanno aggiunti 7 assist. Il 17/7/2017 viene acquistato per 1.5 milioni di euro dal Levante, neopromosso nella Liga, con cui firma un contratto triennale con opzione per i due successivi. Con la Macedonia, dopo aver svolto la trafila delle varie selezioni giovanili dall’Under 18 all’Under 21, esordisce in Nazionale maggiore il 27 marzo 2015 nel match valido per le qualificazioni agli Europei 2016, perso per 1-2 contro la Bielorussia.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di DANIELE PLACIDO del 05/07/2017

DANIELE PLACIDONormotipo di bassa statura, discreta struttura, muscolatura definita sia nella parte superiore che inferiore del corpo. Non velocissimo ma abbastanza rapido, sufficiente forza e buona elasticità. Buonissima coordinazione motoria.
Piede destro, buona sensibilità e frequenza d’uso del piede debole. Buona qualità di ricezione, primo controllo abbastanza morbido e controlli orientati precisi. Buona anche la qualità di trasmissione, sia corta che lunga. Buon tiro sia in corsa che da fermo, sa imprimere rotazione e calciare preciso e abbastanza forte. Decisamente pericoloso sui calzi piazzati, sia in rifinitura che in conclusione. Discreta capacità di dribbling stretto e buon dominio della palla, deficitario nel gioco aereo anche a causa della bassa statura e sufficiente a contrasto.
Impiegabile in tutte le posizioni del centrocampo, elemento qualitativo e versatile. Si tratta complessivamente di una mezzala con buoni tempi di inserimento e di gioco. Proprio nel supporto al gioco offensivo offre il maggior contributo, pur partecipando attivamente alla fase di non possesso. Può giocare anche in coppia o da vertice basso, posizione però che ne soffoca la capacità di leggere lo sviluppo offensivo dell’azione e la capacità di concludere e rifinire.
Carattere apparentemente equilibrato e buona personalità.
Per interpretazione del ruolo, attitudine tattica e fisicità può ricordare Luka Modric, pur avendo uno spessore complessivo non paragonabile al fuoriclasse croato del Real Madrid. Si tratta comunque di un buon profilo, buonissimo affare per club di basso, medio livello in serie A.

Atletico: 2/5
Tecnico: 3/5
Tattico: 3/5
Personalità: 3/5
Valutazione finale: 3/5





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close