Emre Mor nasce in un sobborgo di Copenaghen da padre turco e da mamma macedone, diventando da bambino tifoso del Galatasaray. Muove i suoi primi passi nel club della sua città, per poi proseguire la trafila delle giovanili nel Lyngby (nel dicembre 2013 svolge anche un provino con il Saint-Etienne che non lo mette sotto contratto). Il 29/1/2015 passa a parametro zero al Nordsjaelland, che lo promuove in prima squadra giù dall’estate successiva. Alla prima annata da professionista si fa già notare, totalizzando 2 gol e 2 assist in 13 presenze. Nell’estate 2016 viene acquistato per 9.75 milioni di euro dal Borussia Dortmund. Nella sua unica stagione con il team tedesco colleziona 1 rete e 3 assist in 12 partite più 3 apparizioni in Champions League, poi il 29/8/2017 si trasferisce per 13 milioni di euro al Celta Vigo con cui firma un contratto quinquennale. Inizialmente sceglie di rappresentare la Danimarca a livello di Under 17, 18 e 19. Poi passa all’Under 21 della Turchia, che lo fa anche debuttare in Nazionale maggiore il 29/5/2016 nell’amichevole vinta 1-0 contro il Montenegro. Convocato per i seguenti Europei in Francia, è il terzo calciatore più giovane del torneo ed esordisce già nel primo match della fase a gironi perso per 1-0 contro la Croazia, quando entra al posto di Cenk Tosun.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di STEFANO AVINCOLA del 27/10/2016

Avincola StefanoGiovane calciatore che ha tra le sue qualità migliori quella di riuscire a creare sempre superiorità numerica, sia se gioca da attaccante esterno o partendo in posizione centrale come seconda punta. Molto bravo nell’uno contro uno da fermo, ancora più bravo se in partenza ha un po’ di spazio libero a disposizione poiché  dotato di un’accelerazione rilevante, grazie alla quale riesce a saltare gli avversari in velocità. Inoltre diverse sono le giocate e le soluzioni in base al ruolo. Da attaccante di sinistra ad esempio si hanno più cross, sia dal fondo che dalla trequarti, da attaccante di destra invece si evidenziano molti tagli in mezzo al campo e passaggi filtranti o tiro, infine giocando al centro molte sono le percussioni centrali con scambi e passaggi filtranti. In ogni caso è in grado di procurarsi un numero elevato di palle inattive. Vista però la facilità con la quale riesce ad arrivare fino ai  sedici, venti metri dalla porta, poche sono in proporzione le sue conclusioni da questa distanza,  aspetto dove può sicuramente migliorare così come nel numero di assist.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close