Elseid Hysaj ha una storia davvero curiosa alle spalle. Nel 2004 suo padre Gezim Hysaj inizia a lavorare come muratore nella casa di Marco Piccioli, procuratore sportivo. Gezim non perde tempo e gli propone suo figlio, che viveva ancora in Albania con la famiglia. All’epoca era troppo giovane per un provino, per questo Piccioli dice a papà Gezim che si sarebbero risentiti quattro anni dopo, ovvero quando Elseid avrebbe compiuto 14 anni. Il 20/2/2008 Hysaj senior chiama per il provino Piccioli, che come d’accordo gli concede questa possibilità. Il ragazzo impressiona positivamente soprattutto gli osservatori della Fiorentina, che però per motivi burocratici non riescono a tesserarlo. Alla fine è l’Empoli ad inserirlo nel proprio settore giovanile. Nel 2012 esordisce in serie B ed alla sua prima stagione tra i professionisti si guadagna subito il posto da titolare, confezionando 1 assist in 34 presenze compresi i play/off. In quella seguente conquista la promozione in A segnando 1 gol in 32 partite. Il 31/8/2014 fa il suo debutto nel massimo campionato nella sconfitta per 2-0 contro l’Udinese. Chiude la sua prima annata in serie A con 2 assist in 36 gare, poi il 2/8/2015 viene acquistato per 5 milioni di euro dal Napoli con cui firma un contratto quinquennale. Anche alla sua prima esperienza in un grande club è subito titolare e confeziona 2 assist in 37 presenze più 5 sfide in Europa League. Con l’Albania, dopo aver fatto parte dell’Under 17 e 21, il 6/2/2013 esordisce in Nazionale maggiore nell’amichevole persa 2-1 contro la Georgia. Nel 2016 viene convocato per gli Europei in Francia.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 15/12/2015

Marino Francesco commentiDifensore esterno molto affidabile ed abile in entrambe le fasi e proprio questa è la sua peculiarità migliore: infatti riesce ad essere un terzino attento, ottimo a livello tattico nei vari movimenti quali diagonali, coperture, raddoppi e nello stesso tempo anche un efficacissimo fluidificante, poiché ha una gamba importante che gli consente di coprire la fascia con grande continuità per sovrapposizioni ed inserimenti in fase offensiva; a tutto ciò bisogna aggiungere una statura importante con una più che buona compattezza muscolare, unita ad un’apprezzabile esplosività; è un giocatore anche molto duttile, poiché ad Empoli prima Aglietti e poi soprattutto Sarri lo hanno impiegato sia a destra che a sinistra; tecnicamente è un buon esterno, dato che crossa bene col destro (suo piede naturale) ma anche col mancino; se la cava egregiamente anche nel gioco aereo; a tutto ciò bisogna aggiungere una buona personalità (che lo ha fatto già imporre anche in una grande squadra come il Napoli) ed uno spirito combattivo sopra le righe che gli consentono di essere sempre concentrato e sul pezzo, caratteristica questa basilare per un difensore di livello; giocatore molto cresciuto negli anni che ha ancora ulteriori ed importanti margini di crescita, proprio in virtù della sua già decantata capacità di saper fare con grande semplicità tutto ciò che è richiesto ad un esterno difensivo di alto profilo.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close