Dominic Solanke è un prodotto del vivaio del Chelsea. Nel 2013/14 fa faville con la formazione Under 18 del club londinese, segnando ben 20 gol in 25 presenze. Il 21/10/2014 il manager José Mourinho lo fa addirittura esordire in prima squadra, entrando al 73’ al posto di Oscar nella vittoria per 6-0 contro il Maribor nella fase a gironi della Champions League. Il 10/4/2015, nella semifinale della seconda edizione della “UEFA Youth League”, realizza una doppietta nella vittoria per 4-0 contro la Roma. Tre giorni dopo segna il momentaneo 2-1 per i suoi nella finale vinta 3-2 contro lo Shakhtar Donetsk, risultando il capocannoniere del torneo con ben 12 marcature e 6 assist in 9 sfide. Nel campionato Under 21, invece, realizza 13 reti in 18 partite. Il 4 agosto seguente passa in prestito al Vitesse ed alla sua prima stagione da professionista si fa subito notare, totalizzando 7 gol ed 1 assist in 25 gare per poi tornare alla base. Rientrato al Chelsea viene impiegato pochissimo (2 reti in 5 presenze nella formazione Under 21) per problemi legati al mancato accordo per il rinnovo. Il 30/5/2017 approda così a parametro zero al Liverpool, con cui firma un contratto quinquennale. In nazionale sta svolgendo l’intera trafila delle selezioni giovanili, a partire dall’Under 16 fino all’attuale Under 21. Convocato dall’Under 19 nel 2016 per gli Europei di categoria, il 12 luglio va a segno nel primo match della fase a gironi vinto 2-1 contro la Francia. Tre giorni dopo si ripete nel secondo vinto sempre 2-1 contro l’Olanda.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 15/09/2015

Marino Francesco commentiAttaccante centrale ben dotato fisicamente; a mio avviso giocatore gia abbastanza completo dal punto di vista del repertorio tecnico dato che riesce a a districarsi con buonissimi risultati in area di rigore nella quale dimostra di avere un apprezzabilissimo senso del gol, ma anche nelle fasi di gioco di transizione e soprattutto di ripartenza nelle quali potendo contare su ampi spazi alle spalle della difesa avversaria fa valere la sua falcata, la sua progressione e la sua capacità di attaccare la profondità; in area come detto sa farsi valere in tutti i modi cioè sfruttando la sua fisicità, giocando sulla scaltrezza, facendo leva sulla sua capacità di colpire con entrambi i piedi e persino nel gioco aereo sfruttando tra l’altro oltreché la statura anche la buona scelta di tempo con la quale impatta il pallone; nello sviluppo del gioco riesce talvolta anche a fare la sponda per i compagni per mandarli dentro a concludere, anche se questa attitudine direi che non è la sua peculiarità principale; come detto ha varie doti, se dovessi sceglierne una direi che è molto abile a chiudere in area di rigore i traversoni provenienti dalle fasce. Deve migliorare in tante cose: quelle più evidenti sono sicuramente la capacità di giocare tatticamente con la squadra e per la squadra e poi anche dovrà, per diventare un attaccante importante, affinare la sua velocità di esecuzione dato che sembra talvolta ancora un po’ macchinoso quando calcia anche probabilmente per la sua stazza abbastanza imponente. E’ un giovane molto interessante di evidenti potenzialità.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close