Dante Rigo è nato a Tremelo, in Belgio, l’11 dicembre 1998. Ha iniziato a giocare a calcio all’età di 4 anni nel piccolo club KSK Heist. Un passaggio all’Aarschot e lì lo scopre il Lierse che a 8 anni lo porta nella sua accademia. Ma nel 2007 gli scout del PSV lo visionano e decidono di prenderlo a soli 9 anni. Le prime stagioni sono di sacrificio, ogni volta che ci sono gli allenamenti deve fare un’ora di macchina da casa a Eindhoven. Questo fino a che il PSV, a 16 anni, non lo porta nella sua Academy in pianta stabile. Ha svolto la trafila delle giovanili e nel 2016/17 con l’Under 21 del club ha disputato la “Jupiler League” (seconda divisione), totalizzando 23 presenze.

Dante Rigo, quel bronzo al Mondiale 2017, Cocu lo segue a distanza

Philip Cocu, il centrocampista olandese che tra gli Anni Novanta e i Duemila ha vinto con il PSV ed è stato bandiera e capitano di un Barcellona offuscato dal dominio del Real (vinse solo una Liga nel 1999) ha già fatto allenare Rigo più volte con la prima squadra e lo ha portato in panchina quattro volte: con l’Heracles Almelo il 15 ottobre la prima volta, poi con Sparta Rotterdam, Utrecht e Groningen. Ha fatto tutta la trafila nelle nazionali giovanili del Belgio ed è stato un punto fermo della Under 17 che ha vinto la medaglia di bronzo al Mondiale di categoria nel 2015 in Cile, manifestazione in cui ha fatto il gol vittoria nel quarto di finale con il Costa Rica (1-0) e una rete invece che non è però servita in semifinale ad evitare la sconfitta con il Mali per 3-1. Nella finale per il terzo e quarto posto con il Messico il Belgio vinse poi 3-2.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di EMILIO SCIBONA del 17/05/2017

EMILIO-SCIBONANormolineo dalla struttura fisica asciutta, Dante Rigo è un centrocampista centrale. Destro naturale ma in grado di usare anche il sinistro Rigo è un giocatore dotato di ottima proprietà di palleggio. Bravissimo nei passaggi sia corti che lunghi, Rigo mostra una visione di gioco estremamente sviluppata per un giocatore della sua età, dimostrando di cavarsela egregiamente anche palla al piede pur non essendo un dribblatore puro. La sua sensibilità nel calcio lo rende anche un ottimo tiratore di piazzati. Per essere un regista Rigo ha un dinamismo superiore rispetto allo standard del ruolo ed ottimi tempi di incursione e lettura del gioco sia con o senza palla, per quanto questo non lo faccia continuativamente. In fase difensiva il lavoro di Rigo è principalmente di posizione anche se mostra una tempistica di intervento più che discreta che lo porta ad effettuare ogni tanto qualche recupero. Atleticamente parlando mostra buona resistenza e una velocità più che discreta per lo standard del ruolo. La gamma di colpi che ha disposizione fa si che Rigo ricordi molto Toni Kroos anche se il suo stile di gioco è più equiparabile a quello di un Fabregas. In prospettiva Dante Rigo è un giocatore estremamente interessante, su cui si potrebbe scommettere già adesso. E’ importante per la sua crescita che il giocatore faccia il prima possibile esperienza all’interno di un contesto di prima squadra (per quanto il PSV Under 21 giochi comunque in un campionato professionistico): prendendo subito confidenza con un contesto di livello, potrebbe dare risultati non indifferenti.

Fisicità 4/5

Tecnica 4/5

Personalità 4/5

Doti tattiche 4/5

Valutazione finale 4/5





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close