Clement Lenglet è nato a Beauvais, nell’alta Francia, il 17 giugno 1995. Ha cominciato nel Montchevreuil, poi è passato allo Chantilly e a 15 anni è arrivato nel Nancy, dove ha fatto tutta l’ultima trafila fino alla squadra maggiore. Esordisce nella prima squadra del Nancy il 27 settembre 2013, nella partita di Ligue 2 giocata contro l’Arles Avignon (0-0), subentrando a Remi Walter al 32′ minuto di gioco. Tre presenze totali in campionato in quella stagione, 22 nella successiva, 34 in quella scorsa, 2015-2016, chiusa vincendo il campionato di Ligue 2 e l’Assocalciatori francese che lo premia con il tradizionale riconoscimento annuale per essere nella Top 11 del campionato. Il 29 gennaio 2016, tra l’altro, arriva il primo gol nella vittoria per 3-1 contro il Clermont Foot.

Clement Lenglet, dall’esordio in Ligue 1 alla chiamata di Monchi

In questa stagione la Ligue 1 e l’esordio nel massimo campionato che avviene il 14 agosto 2016 nella sconfitta per 3-0 contro l’Olympique Lione. A gennaio del 2017 il salto nella Liga, al Siviglia, dopo 77 presenze e 2 gol totali con il Nancy. Il 12 gennaio fa l’esordio con il Siviglia in Coppa del Re: il ritorno degli ottavi finisce 3-3 con il Real Madrid che aveva vinto 3-0 l’andata. Il 29 gennaio l’esordio in campionato è in un altro ko con l’Espanyol (3-1), mentre quello in Champions avviene il 22 febbraio nella vittoria per 2-1 contro il Leicester all’andata degli ottavi. Lenglet ha fatto tutta la trafila nelle nazionali giovanili francesi: la prima delle 10 presenze con l’Under 21 è il 30 marzo 2015 nella vittoria per 4-1 con l’Olanda.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 10/04/2017

Marino Francesco commentiDifensore centrale sinistro molto solido e decisamente affidabile; dotato di una buonissima struttura fisica che sfrutta in modo ottimale nei contrasti ed in marcatura. E’ un difensore che può giocare sia da intermedio sinistro nella difesa a tre (come del resto è utilizzato da Sampaoli nel Siviglia) ma anche come centrale sinistro in una difesa a quattro. Come caratteristiche fisiche e tattiche direi che assomiglia abbastanza a Chiellini perché come anche il difensore della Juve è solido, concreto, bravissimo sull’uomo con anche una buona velocità di fondo sui 40 metri ed anche una bella reattività sul breve; oltre  a ciò sa calciare bene col sinistro quando deve cambiare gioco o “pescare” il compagno smarcato. Non ha una grande attitudine tecnica al disimpegno che però riesce sempre a disbrigare con semplicità e linearità. In fase difensiva è un giocatore affidabile, con buonissimo tempismo nelle scelte tattiche; deve crescere in personalità, mi sembra un difensore di livello più che buono che ha davanti a sé un grande futuro. Molto bravo nel gioco aereo ed anche nella capacità di recuperare il pallone nell’uno contro uno senza commettere fallo. E’ un giocatore che mi piace con anche buonissimi margini di crescita.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close