Christopher Oikonomidis, nato a Sydney ma in possesso anche del passaporto greco, inizia a svolgere la trafila del settore giovanile nell’Atalanta, dove nella stagione 2012/13 viene promosso nella compagine Primavera disputando 10 partite, tutte da subentrato. Nell’estate 2013 firma un contratto triennale con la Lazio e sempre nella formazione Primavera totalizza 3 gol in 19 presenze. Il 7/6/2014, nelle semifinali dei play/off contro il Torino, realizza una doppietta nel primo tempo, non sufficiente in quanto i granata vincono 4-3 ai tempi supplementari. Il primo ottobre seguente segna la rete decisiva che permette alla Primavera di conquistare la Supercoppa di categoria, battendo il Chievo 0-1. L’1/5/2015, nel ritorno della finale di Coppa Italia di categoria allo stadio Olimpico, realizza una doppietta nel primo tempo del derby contro la Roma, ribaltando il gol dell’andata siglato dal giallorosso Daniele Verde. Termina una splendida seconda annata con due trofei vinti e 14 reti segnate in 19 partite, poi il tecnico Stefano Pioli lo promuove in prima squadra. Il 10/12/2015 fa il suo debutto, subito da titolare, nell’ultimo match della fase a gironi di Europa League pareggiato 1-1 in trasferta contro il Saint-Etienne. Dopo un’altra apparizione con la Primavera, il 13/1/2016 passa in prestito alla Salernitana in serie B, altro club controllato dal presidente Claudio Lotito. Nello scorcio finale di stagione mette a referto 1 gol ed 1 assist in 14 gare, poi il 31/8/2016 va sempre in prestito all’Aarhus. Qui colleziona 1 rete ed 1 assist in 18 presenze. Con l’Australia, dopo aver parte dell’Under 20 e 23, il 3/9/2015 esordisce in Nazionale maggiore nella sfida valida per le qualificazioni ai Mondiali 2018, vinta 5-0 contro il Bangladesh.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/12/2013

Normotipo, rapido, discreta forza sulle gambe, fisicamente e muscolarmente ancora da completarsi, in possesso di una buona facilità di corsa. Bravo sotto l’aspetto tecnico, destro, utilizza con disinvoltura anche l’altro piede per manovrare, in possesso di un buon calcio e discreto nel gioco aereo. Tatticamente in fase di possesso palla è bravo a farsi trovare libero sia sugli esterni che nelle zone centrali del campo, dove riesce ad organizzare bene la manovra avendo una discreta visione del gioco; negli ultimi 20-30 metri si prende la responsabilità di fare giocate importanti, bravo anche negli inserimenti senza palla ed ha una discreta visione della porta. In fase di non possesso è abbastanza ordinato, ma quest’aspetto sia di tattica individuale che collettiva può ancora migliorarlo. In possesso di un buon temperamento e di una discreta personalità.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close