Christian Pulisic, nato negli Stati Uniti ma di origini croate, muove i suoi primi passi in patria nella “PA Classics”, società calcistica con sede in Pennsylvania. Il 10/2/2015 viene tesserato dal Borussia Dortmund, venendo aggregato alla selezione Under 17 in cui fa subito benissimo nello scorcio finale di stagione, mettendo a referto ben 6 gol e 5 assist in 8 presenze. Passato all’Under 19 totalizza 8 reti ed 8 assist in 17 partite e le sue prestazioni non passano inosservate al tecnico della prima squadra Thomas Tuchel. Infatti il 30/1/2016 debutta in Bundesliga, subentrando ad Adrián Ramos durante la vittoria per 2-0 contro l’Ingolstadt. Il successivo 21 febbraio disputa la sua prima sfida da titolare sul campo del Bayer Leverkusen, vinta 0-1. Il 17 aprile realizza il suo primo gol in campionato contro l’Amburgo nel successo per 3-0, diventando il quarto calciatore più giovane di sempre a segnare in Bundesliga. Chiude la sua prima stagione da professionista con 2 reti in 9 gare. Il 2/1/2019 viene acquistato per ben 64 milioni di euro dal Chelsea, con cui firma un contratto di 5 anni e mezzo e che lo lascia ancora in prestito al Borussia per 6 mesi. Diventa così il calciatore statunitense più pagato della storia.Con gli Stati Uniti ha fatto parte dell’Under 15 e 17, disputando con quest’ultima da capitano i Mondiali di categoria del 2015 con 1 marcatura in 3 sfide. Il 29/3/2016 esordisce in Nazionale maggiore nel match valevole per le qualificazioni ai Mondiali 2018, vinto 4-0 contro il Guatemala. Esattamente 2 mesi dopo segna il suo primo gol nell’amichevole vinta 4-0 contro la Bolivia. Il CT Juergen Klinsmann lo convoca per la Copa America dello stesso anno.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 08/06/2016

Marino Francesco commentiEsterno offensivo davvero dotato di un talento sopra le righe, stiamo parlando di un elemento che per prospettive può far parlare di sé in modo davvero importante. E’ un brevilineo con baricentro basso, dotato di estro e rapidità, oltre che di una velocità di esecuzione, davvero apprezzabili; nelle giovanili del Borussia Dortmund veniva impiegato nel 4-2-3-1 da trequartista alle spalle della prima punta, ma in prima squadra Tuchel lo ha utilizzato soprattutto da esterno offensivo nello stesso modulo: in effetti può giocare in entrambe le posizioni, poiché è dotato di tanta qualità, dribbling, capacità di verticalizzazione, capacità di vedere la porta e soprattutto una spiccata personalità, che gli consentirà di superare ulteriori step che lo separano dall’essere considerato un potenziale crack; può davvero diventare un giocatore di rilevanza europea, poiché ha nelle sue corde tutte le qualità per essere decisivo e spostare gli equilibri; dovrà potenziarsi a livello strutturale, senza però perdere i connotati di rapidità ed imprevedibilità che sono alla base del suo già ricco e vario repertorio tecnico, giocatore delizioso dal potenziale enorme.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close