Chrsitian Capone è nato a Vigevano il 28 aprile del 1999. Cresciuto nell’Atalanta, ha fatto il suo esordio in prima squadra il 30 novembre del 2016, giocando titolare nel 3-0 di Coppa Italia contro il Pescara. Quasi un segno del destino visto che lo scorso primo luglio il club abruzzese lo ha ingaggiato in prestito per una stagione.

Chrsitian Capone, una freccia per Zeman

Il 6 agosto ha esordito con la maglia del Pescara nel 5-3 di Coppa contro la Triestina. Il 12 agosto ha realizzato il suo primo gol da professionista al 30′ di Brescia-Pescara, partita vinta per 1-3 dal Delfino. La sua prima rete in Serie B è arrivata il 16 settembre, nel 2-2 contro la Salernitana. In totale sono sin qui 4 i gol realizzati in campionato.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di LORENZO FABIANI del 16/11/2017

LORENZO FABIANIEsterno offensivo italiano che con le sue molteplici giocate offensive tende ad “ubriacare” il suo avversario di turno.
Il suo ruolo naturale è quello di esterno offensivo a sinistra in un attacco a 3, che gli permette di sfruttare la sua capacità di accentrarsi e di usare il suo piede forte (piede destro) per tirare,combinare e fare assist; ma è molto bravo anche a puntare l’uomo e poi portarsi la palla sul “mancino”.
In ogni caso può anche essere sfruttato negli altri ruoli offensivi.
Per il tipo di gioco che fa e per la sua tecnica ricorda vagamente Diego Perotti della Roma.
È alto 183 cm e possiede una corporatura longilinea.
Tecnicamente è molto dotato ed è buono anche l’uso del piede debole. Una caratteristica che pochi calciatori italiani possiedono e che invece lui ha è il dribbling. Si fa sempre dare il pallone, dimostrando una buona personalità.
Dal punto di vista condizionale possiede grande esplosività e reattività, ma soprattutto ha un grande cambio di passo nell’allungo palla al piede. Può migliorare ancora nella fase difensiva e nel gioco aereo. Sicuramente siamo davanti ad una buona promessa del calcio italiano e speriamo per tutti noi che continui a fare bene in questo campionato di B con il Pescara e che a fine anno l’Atalanta lo richiami alla “casa madre”.
Di certo sentiremo ancora parlare di Christian Capone.
FISICITÀ voto 3/4
TECNICA voto 4/5
PERSONALITÀ voto 4
ATTITUDINI TATTICHE voto 4
VALUTAZIONE GENERALE 4





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close