Carlos Castro Garcia è nato il 1° giugno 1995 a Mieres, ma in realtà la sua famiglia è di Ujo, un buchetto di 2000 anime in Asturia, a 7 chilometri da Mieres, dove lui vive e comincia la trafila nelle giovanili del piccolo club omonimo del suo paese. Nel 2006 arriva al Caudal per due stagioni, poi al Real Oviedo per un anno e dal 2009 approda allo Sporting Gijon. Un esordio il 10 settembre 2014 in Coppa del Re, in casa contro il Valladolid nella sconfitta per 3-1.

Carlos Castro, solo 4 giorni per il primo gol in Liga

Nel 2015-16 la Liga, il 23 settembre 2015 la prima contro il Rayo Vallecano, appena quattro giorni dopo il primo gol in casa che illude perché alla fine vincerà il Real Betis per 1-2. Carlos metterà in fila 26 presenze e 7 reti: febbraio 2016 un mese d’oro, con 4 reti consecutive in tre gare, tra Barcellona, Betis e la doppietta all’Espanyol. Nella stagione seguente, nonostante la retrocessione, 25 partite, 4 gol ed 1 assist, un infortunio al legamento della caviglia messo alle spalle tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017. In nazionale ha fatto parte dell’Under 21.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 11/04/2017

Marino Francesco commentiAttaccante mancino di movimento; prima o seconda punta: giocatore agile e discretamente tecnico capace di giocare da centravanti con caratteristiche di mobilità e di attacco della profondità; giocatore bravo a muoversi su tutto il fronte offensivo ben dotato sotto l’aspetto della finalizzazione della manovra e dei movimenti offensivi. Col piede mancino è capace di dribblare, calciare fare assist…come tipologia di attaccante è simile per statura e movimenti all’ex puntero del Barcellona David Villa rispetto al quale lui è probabilmente meno attaccante finalizzatore ma più giocatore tecnico e di raccordo. E’ un giocatore che consente alla sua squadra di fare contropiede e di sfruttare gli spazi in ripartenza; dando un giudizio complessivo su questo ragazzo direi che sa fare un po’ tutto a livello di repertorio ma probabilmente non eccelle in nessuna specialità, conservando però un buon profilo ed una buona caratura di attaccante giovane e moderno capace peraltro di imporsi anche nella nazionale U21 spagnola. Tatticamente riesce a sposarsi con qualsiasi tipo di compagno dato che la sua mobilità e capacità di svariare su tutto il fronte gli consentono anche di giocare in appoggio ad una torre o comunque ad un attaccante di stazza bravo a presidiare esclusivamente l’area di rigore. Mi sembra un giocatore interessante adattissimo al campionato e più in generale al calcio spagnolo.

ATTITUDINI TATTICHE voto 3
PERSONALITA’ voto 3
FISICITA’ voto 3
TECNICA voto 3
VALUTAZIONE SCOUT voto 3





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close