Brandon Barker svolge la trafila delle giovanili nel Manchester City. Dall’estate 2014 viene promosso nella formazione Under 21 del club e disputa la seconda edizione della “UEFA Youth League”, mettendo a referto in questo torneo 4 marcature e 4 assist in 7 sfide. Nel campionato di categoria, invece, totalizza 6 gol e 6 assist in 22 presenze fino all’ottobre 2015. Il 6 novembre seguente passa in prestito per 1 mese al Rotherham United, militante nella “Championship” (la serie B inglese), dove segna 1 rete in 4 partite. Il 21/2/2016 il manager della prima squadra Manuel Pellegrini lo fa esordire nel quinto turno di FA Cup perso 5-1 contro il Chelsea, quando entra al 53′ al posto di Bersant Celina. Tornato nell’Under 21 del club, chiude l’annata con altri 3 gol ed 1 assist 13 gare. Il 15 agosto seguente passa in prestito al NAC Breda militante nella “Jupiler League”, la seconda divisione olandese. Qui gode di una buona continuità, collezionando 2 reti ed 1 assist in 22 presenze. Il 17/8/2017 va sempre in prestito all’Hibernian nella massima serie scozzese. In nazionale ha fatto parte dell’Under 18, 19 e 20.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 15/10/2015

Marino Francesco commentiEsterno offensivo ambidestro, anche se destro naturale; giocatore molto molto interessante, completo nel suo repertorio dato che alterna in modo intelligente giocate e scelte di gioco; ha fisico, resistenza, progressione e soprattutto drbbling secco e tecnica individuale al di sopra della media che gli consente sempre di governare la sfera in modo egregio in ogni situazione di gioco, è un giocatore imprevedibile che alterna la giocata individuale all’assist per il compagno meglio posizionato in campo, cosa che denota anche una evidente intelligenza e capacità di vedere il gioco. Come detto è un destro di piede, quindi preferisce partire da sinistra per poi convergere e cercare la giocata per sé o per il compagno. Spesso conclude la sua azione anche col piede mancino, aspetto questo che gli conferisce a livello di bagaglio tecnico una notevole imprevedibilità. Oltre a tutto a ciò riesce anche  a “vedere” la porta con buona continuità; mi sembra davvero un elemento dotato di tecnica degna di nota e di una buonissima fisicità: vedendolo giocare fa intravedere grosse potenzialità, alcune delle quali ancora inesplorate; giocatore importante in proiezione futura.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close