Boris Radunovic cresce in uno dei club della sua città natale, il Rad Belgrado, debuttando in prima squadra il giorno del suo 17mo compleanno (26/05/2013), quando entra all’84’ al posto di Filip Kljajic nella vittoria per 3-1 contro il Radnicki Nis. Promosso titolare nella stagione 2014/15 totalizza 21 presenze subendo appena 21 reti (11 volte porta inviolata), poi il 18/7/2015 viene acquistato per 500.000 euro dall’Atalanta, con cui firma un contratto quadriennale e che lo inserisce come terzo portiere della prima squadra (esordio in serie A il 15/5/2016 da titolare nell’ultima giornata persa 1-2 contro il Genoa), aggregandolo talvolta nella Primavera (5 partite). Il 16 luglio seguente passa in prestito all’Avellino in B. Gioca 31 gare, poi il 17/8/2017 va sempre in prestito ed in B alla Salernitana. In nazionale, dopo aver fatto parte dell’Under 18 e 19, milita attualmente nell’Under 21.

 

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di ALESSANDRO CARTA del 04/05/2016

Carta Alessandro commentiPur essendo fermamente convinto che i giovani portieri italiani non debbano essere sacrificati per i giovani pari ruolo stranieri, lo ritengo un buon acquisto per l’Atalanta. E’ un buon portiere con ottime capacità fisiche. Il suo punto di forza appare l’uscita alta, ma è bravo anche con i piedi e tra i pali. Sicuramente con gli ottimi preparatori di scuola italiana non potrà che migliorare.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close