Benjamin Mendy, nato in Francia ma di origini senegalesi, cresce nelle giovanili del Le Havre, debuttando in prima squadra nel 2011/12 all’età di 16 anni e totalizzando in due annate 57 presenze in Ligue 2. Il 9/7/2013 viene acquistato per 4 milioni di euro dall’Olympique Marsiglia, con cui firma un contratto quadriennale. Segna il suo primo gol in carriera ed in Ligue 1 il 24 settembre, nella vittoria per 2-1 contro il Saint-Etienne. Termina la prima stagione con la nuova maglia mettendo a referto 1 rete e 3 assist in 24 partite, più 2 apparizioni in Champions League. Nella seconda guadagna più spazio e confeziona ben 6 assist in 33 gare. Nella terza colleziona 1 gol ed 1 assist in 24 presenze più 2 assist in 7 sfide di Europa League, poi il 22/6/2016 viene acquistato per 13 milioni di euro dal Monaco. Qui resta un solo anno ma togliendosi la grande soddisfazione di vincere lo scudetto, totalizzando 5 assist in 25 partite più altri 4 assist in 7 apparizioni in Champions League. Il 24/7/2017 infatti si trasferisce per ben 57.5 milioni di euro al Manchester City, con cui firma un contratto quinquennale diventando così il difensore più pagato al mondo. Sfortuna vuole che dopo 5 gare giocate tra campionato e Champions, il 23 settembre si rompe il legamento crociato del ginocchio durante la sfida di Premier League contro il Crystal Palace che lo costringe ad un lungo stop. Con la Francia, dopo aver svolto l’intera trafila delle varie rappresentative dall’Under 16 fino all’Under 21, il 25/3/2017 esordisce in Nazionale maggiore nel match valevole per le qualificazioni ai Mondiali 2018, vinto per 1-3 contro il Lussemburgo.

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/12/2013

E’ un terzino sinistro dotato di un ottimo fisico, robusto, potente e con una notevole forza nelle gambe, cui abbina una buona velocità (soprattutto negli spazi larghi) ed una buona rapidità. Buona tecnica di base, mancino naturale, è in possesso di un discreto calcio (potente ma non molto preciso), buone capacità nel fraseggio ed ottimi tempi d’inserimento. Arcigno e roccioso nella marcatura, risulta difficile da superare, anche se soffre un po’ nell’uno contro uno con avversari brevilinei e molto rapidi. E’ attento a non lasciare buchi in difesa e nel chiudere le diagonali, dimostrando di avere un ottimo senso della posizione. Inoltre risulta molto efficace e pericoloso quando scende sulla fascia, dove sfrutta al meglio tutta la sua potenza fisica. Giocatore che deve migliorare ancora sotto l’aspetto tecnico (soprattutto sui cross), ma vista la giovanissima età ha ancora ampi margini di miglioramento. E’ in possesso di un’ottima personalità.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close