Anthony Martial, nato in Francia ma originario della Guadalupa, è un prodotto del vivaio del Lione con cui esordisce in prima squadra il 6/12/2012, un giorno dopo aver compiuto 17 anni, nel match valevole per la fase a gironi di Europa League contro l’Hapoel Ironi Kiryat Shmona, rimpiazzando all’80’ Yassine Benzia. In campionato il debutto arriva il 3/2/2013 contro l’Ajaccio, quando entra al 79′ al posto di Rachid Ghezzal, ed in totale in Ligue 1 fa 3 apparizioni. Il 30 giugno seguente viene acquistato per 5 milioni di euro più bonus dal Monaco, con cui firma un contratto quinquennale. Alla prima stagione con la nuova maglia il tecnico Claudio Ranieri lo impiega col contagocce e mette a referto 2 gol ed 1 assist in 11 presenze. Nella seconda il nuovo allenatore Leonardo Jardim gli dà molta più fiducia e lui lo ripaga con 9 reti e 4 assist in 35 partite più 7 sfide in Champions League. Dopo un altro assist in 3 apparizioni, l’1/9/2015 viene acquistato per 50 milioni di euro dal Manchester United, con cui firma un contratto quadriennale con opzione per il quinto. Il 21 ottobre seguente, nel terzo match della fase a gironi di Champions, va a segno nel pareggio per 1-1 in trasferta contro il CSKA Mosca. L’8 dicembre, nel sesto ed ultimo decisivo per la qualificazione, si ripete in trasferta contro il Wolfsburg, che però vince 3-2 e passa il turno. Chiude un’ottima prima stagione in terra inglese a livello personale vincendo la FA Cup (2 centri e 3 assist in 7 sfide) e collezionando 11 gol e 4 assist in 31 gare in Premier League, più 2 marcature in 6 sfide di Champions League. Con la Francia ha fatto parte delle rappresentative francesi Under 16, 17 (disputa gli Europei di categoria del 2012 con 1 marcature in 3 sfide), 18, 19 (disputa gli Europei di categoria del 2013 con 1 assist in 5 match arrivando fino alla finale persa contro la Serbia) e 21. Il 4/9/2015 esordisce in Nazionale maggiore nell’amichevole vinta 0-1 contro il Portogallo. Nel 2016 il CT Didier Deschamps lo convoca per gli Europei in casa, persi in finale ai supplementari 0-1 contro il Portogallo. Il primo settembre seguente segna il suo primo gol in amichevole a Bari contro l’Italia.

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/01/2014

E’ un attaccante molto completo e con una grande facilità di corsa. Normotipo, è dotato di un fisico slanciato, robusto e con un’ottima muscolatura cui abbina una notevole velocità, rapidità ed agilità nei movimenti. In possesso di un’ottima tecnica, destro ma usa con grande naturalezza anche il piede sinistro, risalta in lui facilità di dribbling (sia nello stretto che negli spazi larghi), senso del gol, facilità di calcio con entrambi i piedi oltre ad eccellenti tempi d’inserimento nello spazio; bravo anche nel calciare le punizioni. Ottimo nel gioco aereo. Tatticamente può ricoprire tutti i ruoli del fronte offensivo. E’ un attaccante che con la sua dinamicità non dà punti di riferimento ai difensori avversari, risultando abile sia quando cerca la profondità che quando gioca spalle alla porta. E’ pericoloso soprattutto quando parte in contropiede o quando viene lanciato in profondità, ha moventi da vero attaccante. Ottima personalità, ha tutte le carte in regola per diventare una punta di livello mondiale.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close