Ante Coric è cresciuto nelle squadre croate dell’Hrvatski Dragovoljac e dell’NK Zagreb, per poi trasferirsi in Austria al Red Bull Salisburgo nel 2009. Dopo 4 anni viene acquistato per 900.000 euro dalla Dinamo Zagabria, con cui firma un contratto biennale. Già nel 2013/14 viene lanciato in prima squadra e colleziona 1 gol in 6 presenze. Nella stagione seguente è tra i protagonisti della doppietta scudetto-Coppa nazionale, totalizzando 3 reti ed 8 assist in 24 partite più 1 marcatura ed 1 assist in 3 sfide di Europa League. Anche nel 2015/16 vince campionato e Coppa, mettendo a referto 4 gol e 5 assist in 28 gare più 4 apparizioni in Champions League. Con la Croazia, dopo aver svolto l’intera trafila delle selezioni giovanili a partire dall’Under 15 fino all’Under 21, il 27/5/2016 debutta in Nazionale maggiore nell’amichevole vinta 1-0 contro la Moldavia. Viene poi convocato per gli Europei dello stesso anno in Francia.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/07/2016

Brevilineo dal baricentro basso, è un trequartista centrale, schierato all’occorrenza anche all’interno in una linea 2-3 tra i due di centrocampo e anche da esterno. Squisitamente destro, ha un bel controllo di palla, un ottimo dribbling e grandissima personalità nella verticalizzazione rasoterra, in cui ha dimostrato, complice una buona visione di gioco, di cavarsela molto bene. Ha un buon tiro di precisione e sa calciare molto bene ad effetto. Pur sapendo saltare bene l’uomo non è, o quantomeno non sembra, dotato di una grandissima accellerazione palla al piede, tendendo a preferire la giocata secca. Sa mettersi molto bene in visione del portatore di palla per la ricezione, mentre non si muove particolarmente senza palla. In fase di non possesso non è, complice le sue caratteristiche fisiche e tecniche un giocatore che si nota molto. Può inoltre migliorare dal punto di vista dell’utilizzo del piede debole, cioè il sinistro, con cui fa davvero tantissima fatica sui fondamentali di ruolo, ovvero controllo, passaggio e tiro. L’impressione che si ha è che sia un giocatore che dal punto di vista della qualità e della personalità abbia poco da invidiare a molti pariruolo, ma che in compenso ha necessità di crescere fisicamente, mentalmente e tatticamente. Pronunciarsi sul suo futuro è abbastanza difficile, non sembra comunque un giocatore unico nel suo genere.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close