Angel Correa esordisce nella prima squadra del San Lorenzo de Almagro il 13/4/2013, nel “Torneo Final” 2012/13, nel match perso 1-4 contro il Racing de Avellaneda. Da quel momento comincia ad avere più spazio, segnando il suo primo gol l’11 maggio nella vittoria per 3-0 contro il Boca Juniors. Si ripete l’11 giugno nel pareggio per 1-1 contro l’Argentinos Juniors e 4 giorni dopo firma il successo per 0-1 contro l’Independiente, condannando questo storico club alla prima retrocessione della sua storia. Chiude il Final con 4 reti e 3 assist in 11 presenze. Nella stagione 2013/14 vince il Torneo Inicial e mette a referto 6 gol e 12 assist in 35 partite. Il 27/5/2014 viene annunciato il suo acquisto dall’Atletico Madrid, tuttavia il 17 luglio seguente gli viene diagnosticato un tumore al cuore: sottoposto ad un intervento a New York, le terapie successive hanno esito positivo e può tornare a giocare. Così il 13 dicembre i “Colchoneros” confermano il suo arrivo per 7.5 milioni di euro, con la firma di un contratto di 4 anni e mezzo. Il 19/9/2015 segna la sua prima rete in campionato nella vittoria per 0-2 contro l’Eibar. Undici giorni dopo, nel secondo match della fase a gironi di Champions League, sblocca il risultato in casa contro il Benfica. Termina la sua prima stagione nella Liga totalizzando 5 reti e 4 assist in 26 gare, più 1 marcatura in 5 sfide di Champions, persa in finale ai rigori contro il Real Madrid. Con l’Argentina, convocato dall’Under 20 per il Campionato sudamericano di categoria del 2015 in Uruguay, va subito a segno nel primo match della prima fase vinto 5-2 contro l’Ecuador. Il 26 gennaio si ripete nella prima sfida della fase finale, vinta 2-0 contro il Perù. L’8 febbraio, nell’ultimo match contro i padroni di casa, segna il gol della vittoria per 2-1 che da capitano gli fa alzare il trofeo. Il 30 maggio, nella prima sfida dei Mondiali di categoria, realizza una doppietta nel 2-2 contro Panama. Il 5 settembre seguente il CT della Nazionale maggiore Gerardo “Tata” Martino lo fa debuttare nell’amichevole vinta 7-0 contro la Bolivia, in cui va anche e bersaglio.

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/10/2013

E’ un calciatore normolineo, molto veloce e agilissimo, con un ottimo cambio di passo. E’ una seconda punta che possiede una grandissima classe nei movimenti ed una tecnica di base eccellente, una delle sue doti migliori è il dribbling e quando punta l’avversario è difficilissimo da fermare; destro naturale, ma abile anche con il sinistro, ha un piede precisissimo ed ha una attitudine particolare nel mandare i compagni in porta. A questo si aggiungono anche delle ottime qualità di tiro, che mette in mostra anche quando va a battere i calci da fermo. In attacco riesce sempre a creare la superiorità numerica scartando gli avversari che gli si parano di fronte, e grazie a una sviluppata visione di gioco trova sempre il passaggio intelligente e utile. Ha grande fantasia e buona personalità.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close