Andrej Modic è un calciatore bosniaco prodotto del vivaio del Milan. Promosso nella formazione Primavera a partire dalla stagione 2013/14, totalizza 2 gol in 14 presenze vincendo il Torneo di Viareggio (1 marcatura in 4 sfide). In quella seguente segna 2 reti in 13 partite, poi il 5/8/2015 passa in prestito al Vicenza in serie B. Gioca 12 gare, poi il 15/7/2016 va sempre in prestito ed in B al Brescia ritrovando il suo allenatore ai tempi della Primavera rossonera Cristian Brocchi. Tuttavia fa appena 3 apparizioni finché il 31/8/2017 si trasferisce ancora in prestito al Rende in serie C. In nazionale, dopo aver fatto parte dell’Under 18 e 19, milita attualmente nell’Under 21.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/09/2015

E’ un normolineo dal fisico asciutto ed esile. Possiede una corsa non molto rapida nei primi metri, ma sufficientemente veloce nel lungo (sopperisce alla mancanza di scatto, con una buona resistenza). Nei contrasti di gioco riesce a reggere bene il confronto con gli avversari ed a resistere alle cariche di questi, nonostante abbia una struttura fisica sottile. Dal punto di vista tecnico è molto dotato: ha un buonissimo stop ed un ottimo controllo palla. Molte volte lo si vede destreggiarsi in spazi strettissimi ed eludere la marcatura degli avversari con tocchi di suola e spostamenti di palla, da un piede all’ altro. Nell’impattare la palla col suo piede destro, ha una buonissima sensibilità, che gli permette di essere molto preciso nei lanci in profondità, nei passaggi sulla corsa e nei cambi di gioco. Ha un ottimo interno piede che usa sia per calciare punizioni a giro, sia per mettere traversoni tagliati e forti per i saltatori della sua squadra. Benché abbia una buona capacità balistica, purtroppo non tira molto spesso da lontano. Il suo maggior difetto tecnico è il suo moderatissimo uso del piede debole, elemento sul quale dovrà lavorare molto. Dal punto di vista tattico, è un regista di centrocampo che gioca davanti alla difesa, sia come elemento centrale in un 4-3-3, sia leggermente più ai lati, se si adotta un 4-4-2 od un 4-2-3-1. In fase di possesso, va a ricevere il pallone dai difensori ed inizia le azioni della sua squadra, distribuendo palloni sia in orizzontale che in verticale. In fase di non possesso si abbassa quasi fino alla linea dei difensori, per dare il suo contributo alla fase difensiva. Caratterialmente è un ragazzo pacato e tranquillo, ma ha il difetto di peccare in quanto a grinta e cattiveria agonistica. Il ragazzo è un ottimo profilo, ma deve cercare di migliorare sotto l’aspetto della velocità di esecuzione e della concretezza delle sue giocate.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close