Andrei Ivan muove i suoi primi passi nel settore giovanile del club della sua città natale, il Moreni, nel quale fu allenato tra gli altri da Mircea Petrescu. Dopo una parentesi di un anno e mezzo allo Sporting Pitesti, nel gennaio 2014 approda all’Universitatea Craiova. Subito promosso in prima squadra, nello scorcio finale di stagione con la nuova maglia dà il suo contributo alla promozione in “Liga I”, totalizzando 1 gol in 8 presenze. Anche l’impatto con la massima serie è ottimo e fino all’estate 2017 colleziona 17 reti e 12 assist in 83 partite. Il 17 luglio viene acquistato per 3 milioni di euro dal Krasnodar, con cui firma un contratto quinquennale. Con la Romania, dopo aver svolto l’intera trafila delle selezioni giovanili dall’Under 16 fino all’Under 21, il 17/11/2015 debutta in Nazionale maggiore giocando gli ultimi 5 minuti dell’amichevole pareggiata 2-2 in trasferta contro l’Italia.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 08/12/2016

Marino Francesco commentiAttaccante esterno o anche punta centrale, giocatore dotatissimo fisicamente, con ottima struttura e statura imponente; è un destro naturale che utilizza poco o nulla il mancino; giocatore dalle spiccate attitudini offensive con estro, qualità e dribbling; tatticamente viene spesso utilizzato da esterno offensivo sul lato destro dell’attacco; a mio avviso invece potrebbe rendere molto di più giocando sull’out sinistro, in modo da poter rientrare sul piede preferito e fare la giocata, oppure potrebbe ricoprire il ruolo di attaccante centrale poiché in questa posizione potrebbe sfruttare la grande fisicità di cui è dotato, insieme ad una buonissima tecnica di base; come andatura è un giocatore alla Ibrahimovic, poiché tende a svariare su tutto il fronte d’attacco (soprattutto quando gioca in posizione centrale); deve crescere molto sotto l’aspetto realizzativo e di concretezza del suo gioco, perché troppo spesso è portato a cercare il numero ad effetto anziché essere concreto e cinico; oltre a ciò deve anche crescere nel gioco aereo (che sfrutta pochissimo a dispetto di stazza ed altezza) ed infine ha grossi margini di miglioramento sia nell’utilizzo del piede mancino, sia sotto l’aspetto squisitamente tattico come movimenti offensivi; invece mi convince nella sua capacità di ricevere palla addosso ma anche di fare movimento senza palla, denotando una buona intelligenza tattica ed un’altrettanto buona capacità di leggere e capire il gioco. Buon prospetto, abbastanza interessante.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close