Andreas Pereira, nato in Belgio ma di origini brasiliane, cresce nel settore giovanile del PSV Eindhoven, dal quale viene prelevato nel gennaio 2012 per 150.000 euro dal Manchester United. Nel 2013/14 viene promosso nella formazione Under 21 del club, con cui totalizza 2 gol in 16 presenze. Inoltre con l’Under 19 partecipa alla prima edizione della “UEFA Youth League”, mettendo a referto 1 rete ed 1 assist in 6 sfide. Il 26/8/2014 il nuovo manager Louis van Gaal lo fa debuttare in prima squadra in Coppa di Lega, serata amara in quanto i Red Devils vengono sonoramente sconfitti per 4-0 dal Milton Keynes Dons, club di due categorie inferiori. Con la compagine Under 21 colleziona 3 gol e 4 assist in 18 partite, inoltre esordisce anche in Premier League il 15/3/2015 nella vittoria per 3-0 contro il Tottenham, entrando al 77′ al posto di Juan Mata. Nel 2015/16 prosegue la sua crescita nella formazione Under 21 mettendo a referto 5 reti e 3 assist in 11 gare, ma anche in prima squadra si ritaglia un piccolo spazio facendo 7 apparizioni tra Premier (4), Champions (1) ed Europa League (2). Il 26/8/2016 passa in prestito al Granada dove, nonostante la retrocessione del club, a livello personale fa bene totalizzando 5 gol e 3 assist in 35 presenze. L’1/9/2017 va sempre in prestito al Valencia. Colleziona 1 rete e 4 assist in 23 partite prima di tornare alla base. In nazionale ha iniziato la trafila con l’Under 15, 16 e 17 belga. Poi con l’Under 20 è passato al Brasile, convocato per i Mondiali di categoria del 2015 in Nuova Zelanda. Il 4 giugno va a segno nel secondo match della fase a gironi, vinto 2-1 contro l’Ungheria. Il 20 giugno si ripete nella finale contro la Serbia, che poi vince il torneo 2-1 ai tempi supplementari. Attualmente milita nell’Under 23 verde-oro.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/10/2013

Normotipo, abbastanza rapido e veloce, fisicamente e muscolarmente ancora da completarsi, buona facilità di corsa. Buono sotto l’aspetto tecnico, destro, utilizza anche l’altro piede sia per manovrare che per le conclusioni a rete, in possesso di un buon calcio forte e preciso, discreto nel gioco aereo. Tatticamente in fase di possesso palla è bravo a trovare lo spazio sia tra le linee che sugli esterni, per farsi dare palla e poi puntare l’avversario, spesso con buoni risultati creando superiorità numerica e mostrando le sue buone qualità sia fisiche che tecniche; bravo anche nelle verticalizzazioni negli ultimi metri ed ha una discreta visione della porta. In fase di non possesso cerca di essere di aiuto ai suoi compagni, ma deve migliorare ancora sia sotto l’aspetto della tattica individuale che collettiva. Buono sia sotto l’aspetto del temperamento che della personalità.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close