Alexandru Tudorie ha esordito fra i professionisti con il club della sua città natale, l’Otelul Galati, nel 2012/13 facendo 3 apparizioni all’età di 17 anni. Nell’annata successiva già guadagna già più spazio, mettendo a referto 2 reti ed 1 assist in 19 presenze. Nella terza totalizza 4 gol ed 1 assist in 24 partite, poi nell’estate 2015 viene acquistato per 250.000 euro dalla Steaua Bucarest, con cui firma un contratto quinquennale. Realizza 1 rete in 16 gare, poi dall’1/2/2016 prosegue l’annata in prestito al Voluntari. Tredici giorni dopo va subito a segno con la nuova maglia nella vittoria per 1-2 contro la Poli Timisoara. Chiude lo scorcio finale di stagione collezionando 5 gol ed 1 assist in 14 presenze per poi tornare alla Steaua. Qui non viene molto impiegato (mette a referto 1 rete ed 1 assist in 7 partite più 2 apparizioni in Europa League), tanto che il 6/7/2017 torna in prestito al Voluntari. In nazionale, dopo aver fatto parte dell’Under 17 e 19, attualmente è nel giro dell’Under 21.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/07/2015

Longilineo dalla statura elevata e dalle leve lunghe e snelle, è un centravanti. E’ dotato di una buona velocità di base e di un’ottima resistenza, doti non necessariamente tipiche del centravanti, ed ha un buono stacco da terra. Destro, ma sa usare bene anche il sinistro, ha un buon primo controllo di palla, mentre si dimostra un po’ scoordinato nei controlli successivi e nel dribbling, dove sicuramente non eccelle. Pur non potendolo considerare un tiratore in senso stretto si può considerare più bravo nella soluzione di precisione rispetto a quella di potenza. E’ molto bravo di testa, sia nelle conclusioni che nelle sponde per i compagni. Sul fronte offensivo sa giocare spalle alla porta e muoversi molto bene, sia da lontano che da vicino,sapendo inoltre essere un riferimento per la squadra, grazie anche alla sua attitudine al lavoro sporco, sia in fase offensiva, cerca di tenere alta la squadra e non si fa problemi a lottare sul pallone e nei contrasti aerei contro i difensori avversari, sia in fase di non possesso dove prova sempre a creare problemi al portatore di palla avversario, andando a portare la pressione su di esso o sul ricevitore più vicino, se non addirittura (anche se questo accade più quando entra a partita in corso) rincorrerlo fino al centrocampo. Questo tipo di lavoro, assieme al minutaggio relativamente limitato, lo penalizza un po’ in fase di realizzazione, dove rende di meno rispetto a quello che le sue caratteristiche gli consentirebbero, considerata la sua capacità di stare in area. L’aspetto in cui deve necessariamente migliorare è quello della protezione del pallone. Non di rado infatti capita che il ragazzo, pur proteggendo la sfera, si ritrovi spodestato dal marcatore avversario. Questo è dovuto principalmente sia ad una postura troppo schiacciata e poco ferrea nell’atto di protezione del pallone, sia ad una fisicità che rispetto all’altezza non appare del tutto proporzionata. L’impressione che si ricava è di un giocatore “vecchio stampo” con margini di miglioramento non di poco conto, le possibilità che possa affermarsi ad alto livello come realizzatore sono abbastanza alte, anche se è difficile stabilire se questo possa accadere già fin da adesso o ci vorrà un po’ di tempo ed esperienza in più come già successo ad altri.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close