Alexander Isak, nato a Solna ma di origini eritree, è un prodotto del vivaio del club della sua città, l’AIK. Nel 2015, con la formazione Under 19 del club, totalizza 4 gol in 8 presenze. Nel 2016 viene già promosso in prima squadra ed esordisce in “Allsvenskan” il 7 aprile, subito da titolare, nel match in trasferta contro l’Ostersunds: realizzando il definitivo 0-2 diventa, a 16 anni e 199 giorni, il più giovane calciatore nella storia della massima divisione svedese ad essere andato a bersaglio. Chiude la sua ottima prima stagione da professionista collezionando ben 10 reti ed 1 assist in 24 partite. Il 23/1/2017 viene acquistato per 8.6 milioni di euro dal Borussia Dortmund, con cui firma un contratto di 5 anni e mezzo. Con la Svezia sta svolgendo la trafila delle varie selezioni giovanili, a partire dall’Under 16 fino all’attuale Under 21. L’8/1/2017 diventa il giocatore più giovane di sempre ad aver indossato la maglia della Nazionale maggiore, debuttando all’età di 17 anni e 109 giorni nell’amichevole persa ad Abu Dhabi per 2-1 contro la Costa d’Avorio. Cinque giorni dopo va a segno in un’altra amichevole contro la Slovacchia.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di FRANCESCO MARINO del 03/11/2016

Marino Francesco commentiAttaccante dalle grandissime potenzialità, già dotato fisicamente, di struttura imponente ma ancora leggermente filiforme a livello muscolare; leve lunghe, potente, coordinatissimo nonostante l’altezza elevata, in lui rivedo il primissimo Kluivert, quello che stupì nell’Ajax di Van Gaal prima di essere penalizzato dagli infortuni; rispetto al giocatore olandese ex Milan e Barcellona è maggiormente dotato sia tecnicamente ma anche dal punto di vista della velocità di esecuzione e della mobilità: infatti ciò che impressiona di questo ragazzo svedese è l’andatura quasi da ballerino con la quale in area riesce in tutti i modi a districarsi, denotando un’elasticità muscolare davvero fuori dal comune; oltre a questo ha una capacità di concludere e finalizzare negli ultimi sedici metri in tutti i modi: di testa, in acrobazia, in mischia, di potenza, di destrezza, repertorio già completo che ulteriormente potrà essere arricchito e migliorato; ha il passo da gazzella con le sue leve lunghe, cosa che lo rende quasi imprendibile negli spazi; se la cava in modo egregio anche nello stretto dove fa valere il guizzo e la rapidità; è un attaccante fortissimo in area di rigore, ma che può giocare anche in appoggio ad un’altra punta o addirittura dietro una punta, anche se il suo ruolo naturale è e sarà quello di centravanti; è giovanissimo ma ha delle attitudini naturali talmente sviluppate a livello di eleganza, classe e concretezza che faranno di lui un attaccante da top club.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close