Adalberto Peñaranda cresce nel settore giovanile del Deportivo La Guaira, facendo il suo esordio in prima squadra l’11/8/2013, ad appena 16 anni, subito titolare nella sconfitta per 1-3 contro il Deportivo Tachira. Il 23/2/2014 realizza il suo primo gol da professionista in un’altra sconfitta, stavolta per 1-4 contro il Caracas. Dopo un totale di 4 reti in 37 presenze in due anni, il 16/6/2015 viene acquistato per 120.000 euro dall’Udinese, con cui firma un contratto quinquennale e che lo gira subito in prestito al Granada, altro club controllato dalla famiglia Pozzo. Inizialmente aggregato alla compagine B, le sue ottime prestazioni (3 gol in 9 partite), gli valgono la promozione in prima squadra già a partire dal 22 novembre, quando debutta nella Liga subito dal primo minuto nella vittoria per 2-0 contro l’Atletico Bilbao. L’1/2/2016 viene acquistato dal Watford, con cui firma un contratto di 4 anni e mezzo e che lo lascia in prestito al Granada per altri 6 mesi. Chiude la sua prima stagione da professionista collezionando 5 reti e 4 assist in 23 gare, poi l’11 luglio seguente torna sempre in prestito all’Udinese. Fa 6 apparizioni in serie A, poi il 4/1/2017 va di nuovo in prestito al Malaga ma gioca ancora meno (appena 3 presenze al suo attivo). Con il Venezuela, dopo aver fatto parte dell’Under 17 e 20, il 25/3/2016 esordisce in Nazionale maggiore nel match valido per le qualificazioni ai Mondiali 2018 pareggiato 2-2 in trasferta contro il Perù, in cui entra al 70′ al posto di Josef Martinez. Nel maggio successivo viene convocato per la Copa America.

VIDEO

RELAZIONE TECNICA

a cura di WSS del 15/12/2015

Giocatore strutturato, ha buona forza e reattività, nonostante l’altezza è abbastanza rapido ed agile nello stretto, calcia di destro. Nel complesso ha un ottimo bagaglio tecnico anche se deve migliorare nel primo controllo, in alcune occasioni è troppo frettoloso e sbaglia il primo stop ed il controllo orientato. Ha buona protezione palla, preferisce venire più incontro per la sponda che attaccare la profondità. Sul lungo ha un’ottima progressione con e senza palla, è veloce sul corto con un buon cambio di passo. Dal punto di vista tattico sa svariare su tutto il fronte dell’attacco, ha buona visione di gioco e sa dialogare nello stretto con i compagni, anche se in alcune occasioni cerca la giocata da solista invece di scaricare il pallone. E’ abile nel liberarsi per il tiro quando è spalle alla porta, potrebbe rendere ancora meglio con un uomo d’area vicino e lui che svaria. Ha buona intensità di gara, deve migliorare dal punto di vista fisico e diventare più esplosivo, ma è un giocatore dalle enormi potenzialità che gli potrebbero permettere di diventare un top player.





Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi. Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale. INFO SUI COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close